Getty Images

Kondogbia, storia di un affare che entra di diritto tra i peggiori flop di mercato dell'Inter

Kondogbia, storia di un affare che entra di diritto tra i peggiori flop di mercato dell'Inter

Il 11/08/2017 alle 22:01Aggiornato Il 11/08/2017 alle 22:15

Da Greško a Bréchet, da Pacheco a Pančev: alla lista dei "bidoni" nerazzurri, entra automaticamente anche l'ex Monaco, acquisto si punta dell'era Thohir. Dall'ovazione di piazza dei tifosi durante la presentazione, all'ironia impietosa del web, che lo scarica dopo il suo gesto di non presentarsi agli allenamenti, "lusingato" dal Valencia.

Vratislav Greško, Jérémie Bréchet, Cyril Domoraud, Ricardo Quaresma, Vampeta, Antonio Pacheco, Darko Pančev e chi più ne ha più ne metta nella lista degli acquisti completamente falliti della storia dell'Inter degli ultimi 25 anni. Da oggi, a quell'elenco, va inserito, di diritto, anche il nome di Geoffrey Kondogbia, acquistato all'inizio dell'estate del 2015 per la consistente cifra di quasi 40 milioni di euro (31 più bonus) dal Monaco, subito osannato da piazza e tifosi, mai sbocciato tra le fila nerazzurre. L'operazione di punta dell'era Thohir.

Tra i peggiori flop del mercato nerazzurro degli ultimi 25 anni

E dire che le aspettative su di lui, erano parecchie. Tra i migliori (se non il migliore) giocatore della Ligue 1 della stagione 2014-2015, rapidità di esecuzione e una cannonata dalla distanza decisamente invidiabile, il francese di origini centrafricane è stato, per la gran parte di questi due anni, il vero e proprio oggetto del mistero ad Appiano Gentile e a San Siro.

Va detto che, nella seconda parte della stagione 2016-2017, il centrocampista ex Monaco, stava migliorando, seppur con i suoi tempi. Tanto da guadagnarsi diverse presenze da titolare e qualche credito in più dai sostenitori nerazzurri. Che, tuttavia, dopo il gesto di non presentarsi agli allenamenti da Spalletti, è stato letteralmente preso a bersaglio sui social. Kondogbia chiude con 50 presenze in due stagioni (tra titolarità e sostituzioni) e solamente due reti, entrambe realizzate (in annate diverse) contro il Torino. Un po' pochino, obiettivamente.

Spalletti incredulo: "Se ne pentirà"

Ai microfoni di Sky Sport, mister Luciano Spalletti è apparso sorpreso e deluso dall'accaduto:

" Stiamo cercando di capire la scelta del ragazzo. Una presa di posizione della quale credo se ne pentirà. Questa ce la deve spiegare... Evidentemente c'è qualcuno intorno a lui che gli ha messo in testa strane idee, anche perché gli avevo detto che, quest'anno, avrei puntato molto su di lui. Ma Geoffry, evidentemente, stava covando questa idea da diverso tempo."

Sulle sue tracce, il Valencia. Certamente, prima che l'affare con il club del Mestalla vada in porto, il centrocampista verrà multato, dall'Inter, impegnata a sistemare la rosa soprattutto dalla cintola in giù.

0
0