LaPresse

La Juventus blinda la difesa: quattro partite senza subire gol con un Benatia super

La Juventus blinda la difesa: quattro partite senza subire gol con un Benatia super

Il 06/12/2017 alle 15:30

I bianconeri, da quando il marocchino è stato promosso titolare, non hanno più subito gol in campionato e Champions League. I bianconeri ritrovano la solidità difensiva che li ha da sempre contraddistinti e lanciano un segnale all'Inter.

Quattro partite senza subire gol non è probabilmente una statistica in grado di far giurisprudenza, però certo un segnale. La Juventus, che ha vinto con il minimo sforzo ad Atene contro l’Olympiakos, sta pian piano ritrovando delle certezze, alcune anche grazie ad elementi sorprendenti. Difesa e pragmatismo, pochi fronzoli. Benatia ed Higuain, se dovessimo trovare due individualità da segnalare. Di Higuain si è parlato approfonditamente dopo la vittoria di Napoli, della sua capacità d’esser decisivo nei momenti complessi in campionato, dell’abitudine mai sopita di segnare con una regolarità disarmante. Del suo essersi preso sulle spalle l'attacco della Juventus in un momento di difficoltà.

Di Benatia si è sicuramente parlato meno anche perché, complice la presenza della BBC ed i continui problemi fisici dell'ex Bayern e Roma, nella sua prima stagione bianconera non ha trovato poi tanto spazio. Nemmeno dopo l’addio di Bonucci è stato in realtà promosso a titolare fisso, cosa che è accaduta invece nell’ultimo mese, una volta recuperato dal problema alla caviglia. Fuori Howedes e Chiellini per infortunio, mister Allegri ha puntato su di lui per affiancare l’esperto Barzagli al centro di una difesa talvolta a tre, talvolta a quattro. L’esito? Da Juventus-Barcellona 0-0 del 22 novembre scorso ad Olympiakos-Juventus 0-2 di ieri sera, quattro partite consecutive da titolare per il marocchino e zero gol subiti dalla Juventus.

In precedenza, nelle altre gare in cui Benatia è stato titolare in questa stagione (cinque prima delle ultime quattro appena citate), i bianconeri hanno tenuto la porta inviolata in due occasioni contro Torino e Chievo. Nel complesso, dunque, sono 9 le presenze dal primo minuto del marocchino: in queste 9 partite la Juventus ha subito 7 reti di cui 3 al Camp Nou contro il Barcellona e 2 a Bergamo con l'Atalanta. Dopo la batosta di Marassi contro la Sampdoria, l’antidoto di Allegri è stato appunto Benatia, e la cura sta funzionando. I bianconeri si presenteranno sabato alla grande sfida contro l’Inter, che può valere un eventuale sorpasso in classifica, forti di quattro vittorie consecutive, di cui decisive specialmente le ultime due contro Napoli e Olympiakos. Uno spirito completamente nuovo, ma soprattutto una difesa finalmente solida. Prima di queste quattro partite senza subire gol, la Juventus aveva tenuto la difesa inviolata soltanto una volta da fine settembre ad oggi, a San Siro contro il Milan.

Video - Allegri sornione: "Vittoria della tattica? Non lo so, non me ne intendo"

01:20

Ed ora, ritrovati Benatia ed Higuain, per completare il quadro c'è sempre un Paulo Dybala da riportare ai suoi livelli di inizio stagione. L'argentino ha segnato soltanto due gol negli ultimi due mesi: contro la Spal su punizione e contro la Sampdoria a sconfitta già effettiva. La Joya ha chiuso la fase a gironi della Champions League senza reti e senza assist in sei partite, segnale inequivocabile di un periodo di appannamento che non accenna a concludersi. Certo è che una Juventus pragmatica ed operaia, come detto prima, non può prescindere dalla classe e della creatività del suo numero 10. Specialmente ora che i bianconeri sono attesi da sei partite in un mese, da qui al 6 gennaio.

Video - Da Sentimenti IV a Brignoli passando per Rampulla, quando il portiere si scopre goleador

01:38
0
0