Getty Images

Le pagelle di Milan-Udinese 2-1

Le pagelle di Milan-Udinese 2-1

Il 17/09/2017 alle 18:00Aggiornato Il 17/09/2017 alle 18:23

Ottima prova di Nikola Kalinic, ma positivi anche Kessie, Ricardo Rodriguez e Musacchio. Nell'Udinese, positiva la prova di Kevin Lasagna, pericolo costante.

Milan

Gianluigi Donnarumma 6: bravo su Fofana nella ripresa, incolpevole sul gol di Lasagna.

Mateo Musacchio 6,5: molto preciso in chiusura, roccioso, il più sicuro nella nuova linea a tre di Vincenzo Montella.

Leonardo Bonucci 6: è ancora molto lontano dai suoi standard abituali, ma già la difesa a tre lo aiuta a sbagliare meno e ad essere più sciolto anche in fase di impostazione. Un buon passo in avanti.

Alessio Romagnoli 5,5: in una partita precisa ed ordinata, commette una sciocchezza rilevante in fase di impostazione regalando il pareggio a Lasagna. Forse distratto, forse troppo sicuro, un errore non da lui.

Davide Calabria 6,5: come quinto di centrocampo gioca sicuramente meglio che come quarto di difesa. Si prende la licenza di attaccare e lo fa discretamente bene, con qualità e quantità. Si toglie insicurezza e paura in un solo pomeriggio.

Franck Kessie 7: un carro armato in mezzo al campo: fisicamente straripante, tecnicamente ancora da sgrezzare, ma quando azione il 4x4 lascia i buchi sul campo.

Lucas Biglia 7: regista silenzioso ed ordinato, viene chiamato in causa tantissime volte e sbaglia quasi mai. È l’uomo che mancava al Milan in quella porzione di campo, l’uomo che può davvero dare un cambio di passo.

Giacomo Bonaventura 5,5: fatica, come Suso, ad adattarsi al ruolo ed alla posizione nella mediana allargata. Qualche buona giocata, come la rovesciata del quasi 3-1, ma comunque mai come vero perno del gioco. (dal 69’ Hakan Calhanoglu 6,5 Entra con convinzione e mette in scena buone giocate)

Ricardo Rodriguez 6,5: grande partita anche la sua, spinta costante e tantissimi cross velenosi a centro area. Non si stanca mai.

Jesus Suso 5: fatica e non poco a trovare la posizione e l'equilibrio nel ruolo di seconda punta nel 3-5-2. Sbaglia molto, è poco dinamico, stranamente impreciso e fuori dal gioco. (dal 69’ Patrick Cutrone 6 ingresso in campo positivo, dà dinamismo ed aggressività al Milan)

Nikola Kalinic 7,5: segna due gol sporchi e brutti, ma sono proprio quei gol che servono e mancavano al Milan. Ne segna pure un terzo che viene annullato. Si applica anche in fase difensiva, non ha paura a sacrificarsi. (dall’85’ Manuel Locatelli sv).

All. Vincenzo Montella 6,5: in realtà ci sono ancora molte sfumature da sistemare, specialmente in difesa, apparsa troppo disunita nel primo tempo. Ha tante alternative davanti, e stanno segnando tutti gli attaccanti.

Udinese

Simone Scuffet 6,5: molto bravo sul colpo di testa di Romagnoli, sulla punizione di Rodriguez e sul destro di Calabria. Para quel che può.

Jens Stryger Larsen 5,5: in certe occasioni si difende bene, in altre va più in difficoltà ma generalmente non affonda del tutto, nonostante dalla sua parte Rodriguez attacchi con costanza. Quando lo svizzero spinge sull'acceleratore, va in apnea.

Danilo 5: Kalinic suona e canta, lui perde il duello e resta a guardare il croato.

Bram Nuytinck 6: fa meglio di Danilo, sicuramente, perché ci mette il fisico, che non fa mai male.

Samir 5,5: Riesce a soffrire la spinta costante di Calabria, alla prima volta nel ruolo, e non riesce mai a respirare.

Jakub Jankto 6: tra i più positivi dell’Udinese, ha il passo per comportarsi bene in entrambe le fasi e per mettere in difficoltà il Milan. (dal 74’ Ryder Matos sv)

Antonin Barak 6: un pilastro in mezzo al campo, non granché mobile ma comunque di discreta presenza fisica.

Valon Behrami 5: un po’ giù di corda Behrami, non riesce ad imporsi e a dare fastidio (dal 57’ Seko Fofana 6,5: ottimo ingresso in campo, va vicino al gol del 2-2);

Rodrigo De Paul 5: inconsistente, in fase offensiva non si vede mai, non dà segni di vita e di pericolosità.

Kevin Lasagna 7: un avvoltoio, prima a precipitarsi in profondità sul gol che gli viene annullato, poi a sfruttare l’errore di Romagnoli. Crea grattacapi costanti alla difesa rossonera.

Maxi Lopez 5: un corpo avulso dal gioco, fuori dagli schemi e soprattutto poco coinvolto. (dal 61’ Riad Bajic 6: entra e crea scompiglio con una girata di testa di poco sopra la traversa).

All: Luigi Delneri 6: l’Udinese è solida, ben messa in campo ma forse un po’ leggera davanti. C’è organizzazione, manca un po’ di spinta e di coraggio.

Video - La notte stellata di Zappacosta: esordio con gol con il Chelsea

01:07
0
0