LaPresse

Tra Chievo e Atalanta vince il VAR: 1-1 con la firma della tecnologia

Tra Chievo e Atalanta vince il VAR: 1-1 con la firma della tecnologia

Il 17/09/2017 alle 19:54Aggiornato Il 17/09/2017 alle 20:29

Pareggio determinato da due reti segnate nella ripresa: apre Bastien, risponde Gomez. Ma i grandi protagonisti sono Mariani e i replay: rigore negato e gol annullato ai nerazzurri, che nel finale si vedono beneficiati dalla tecnologia e pareggiano dal dischetto.

Che mondo sarebbe senza il VAR? Un mondo di imprecisioni, almeno nel delicatissimo ambiente del calcio. La riprova, in un Chievo-Atalanta apparentemente come tanti altri. Una gara che termina 1-1 per effetto delle reti di Bastien e del Papu Gomez, entrambe nella ripresa, ma della quale si parlerà parecchio per la fortissima ingerenza della tecnologia. Tripla, addirittura. Per tre volte il direttore di gara, il romano Mariani, cambia la propria decisione, sfavorendo l'Atalanta nelle prime due e il Chievo nella terza: rigore prima concesso e poi negato a Ilicic, gol prima dato e poi annullato allo stesso sloveno, quindi un altro penalty non visto e poi assegnato per un intervento di Tomovic su Orsolini. Tutto corretto dopo una prima valutazione errata. Sul campo, è un 1-1 tutto sommato giusto: a farla da padrone sono un equilibrio totale e la scarsa lucidità di un'Atalanta che non può non risentire delle energie spese nella fantastica serata di Reggio Emilia. Entrambe salgono a 4 punti, dividendosi la posta in palio. Il vero vincitore del pomeriggio veronese è il VAR.

Esultanza Bastien, Chievo-Atalanta, LaPresse

Esultanza Bastien, Chievo-Atalanta, LaPresseLaPresse

La cronaca della partita

6 minuti e il VAR deve già entrare in azione: Mariani concede inizialmente un rigore all'Atalanta per un contatto in area tra Hetemaj e Ilicic, ma torna sui propri passi una volta constatato come l'azione sia partita da un pallone trascinato da Petagna oltre la linea di fondo. Nerazzurri vicini al vantaggio anche con Kurtic, ben servito in area da Castagne: sinistro in curva da ottima posizione e 0-1 divorato. Dall'altra parte Hetemaj viene fermato in uscita da Gollini, mentre Castro spara contro l'esterno della rete da dentro l'area. Miracoloso invece Sorrentino, che vola su un destro di controbalzo di de Roon. Poi, riecco il VAR: ancora de Roon da fuori, ancora Sorrentino, arriva Ilicic che piazza all'angolino. Ma in posizione irregolare, come segnalato dalla tecnologia. Seconda ciambella di salvataggio in un tempo per il Chievo.

Inglese contro Masiello in Chievo-Atalanta

Inglese contro Masiello in Chievo-AtalantaEurosport

Meglio la squadra di Maran dopo l'intervallo. E il gol, puntuale, arriva dopo 7 minuti: Inglese all'indietro per Bastien, che arriva di gran carriera e spara all'angolino basso un missile imprendibile per Gollini. Lo svantaggio scuote l'Atalanta, vicina al pari col solito Ilicic: Sorrentino si salva con i piedi. Mentre Masiello sfiora il palo dal limite. In mezzo c'è il tempo anche per un tentativo di Birsa: Gollini è presente. Gasperini inserisce anche Cristante dopo Gomez, ma la palla del 2-0 ce l'ha Inglese: Gollini è ancora determinante nel dire di no al suo destro piazzato. All'85', ecco il terzo episodio decisivo del match: solo dopo vari secondi Mariani assegna all'Atalanta un rigore determinato da un fallo in area di Tomovic su Orsolini. Penalty che il Papu Gomez batte e trasforma per l'1-1 finale.

La statistica chiave

Grande equilibrio in campo, come testimonia il numero delle conclusioni effettuate dalle due squadre: 12 da parte del Chievo, 9 da parte dell'Atalanta.

Il tweet

Il migliore in campo

Bastien. Il gol corona una prestazione frizzante, determinata, aggressiva. Motorino sempre in movimento e con un gran bel destro, come dimostra all'8' della ripresa.

Il peggiore in campo

Freuler. Non trova praticamente mai il modo di far sentire la propria presenza in mezzo al campo: tanti errori e poca utilità per la squadra. Gasperini lo toglie anzitempo.

La dichiarazione

Gian Piero Gasperini: "Il VAR ha indovinato ogni decisione. Dobbiamo abituarci, anche se così qualcosa nel calcio si perde".

Il tabellino

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Cesar, Gobbi (53' Gamberini); Bastien, Radovanovic, Hetemaj (74' Depaoli); Castro; Birsa, Inglese (79' Pucciarelli). All. Maran

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Masiello, Caldara, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler (67' Cristante), Castagne (74' Orsolini); Kurtic; Ilicic, Petagna (52' Gomez). All. Gasperini

Arbitro: Maurizio Mariani di Roma

Gol: 52' Bastien (C), 85' rig. Gomez (A)

Note: ammoniti Cesar, Bastien

Video - Svincolati: da Cassano a Diabatè, quanto talento senza contratto

01:03
0
0