LaPresse

B Side: l'Hellas non fa più sconti. A Cesena nasce la stella novarese Montipò. E domani festa Spal?

B Side: l'Hellas non fa più sconti. A Cesena nasce la stella novarese Montipò. E domani festa Spal?

Il 06/05/2017 alle 18:24

Grande prova di maturità della compagine di Pecchia, che nella terzultima stagionale, chiude la pratica Entella (del nuovo coach Castorina) nei primi 10'. Il Novara si assicura quota 53 grazie a Macheda e alle parate del giovane portiere "fatto in casa" per sostituire da Costa. In zona salvezza, occasione persa per il Brescia e fondamentale successo della Ternana nello scontro salvezza di Vicenza.

La partita da incorniciare: Virtus Entella-Hellas Verona 1-2

Altra gara da "big" per il Verona di Pecchia, che ci mette 10' per sbrigare la pratica Entella, che in settimana aveva esonerato Roberto Breda, sostituendolo con il tecnico della Primavera (finalista di Coppa Italia) Gianpaolo Castorina: i due gol nella primissima parte dell'incontro portano la firma di Daniel Bessa (solita conclusione da fuori del'italo-brasiliano, peraltro deviata dall'opposizione di Ceccarelli) e di Eros Pisano, che di testa - sugli sviluppi di un calcio d'angolo - fulmina Iacobucci. Gli scaligeri, così, addormentano il match, parzialmente riaccesosi al 54' su calcio di rigore assegnato per un intervento falloso in area di Antonio Caracciolo ai danni di Catellani, e trasformato da Ciccio Caputo.

Virtus Entella-Hellas Verona 1-2, Serie B 2016-2017: l'esultanza di Eros Pisano (LaPresse)

Virtus Entella-Hellas Verona 1-2, Serie B 2016-2017: l'esultanza di Eros Pisano (LaPresse)LaPresse

Insieme a quello del Frosinone sul Trapani, è un successo molto indicativo quello della compagine scaligera: gli spareggi promozione sono sempre più distanti (dieci punti tra il terzo e il quarto posto) e domani potrebbe arrivare la prima grande festa della stagione con la Spal che, se dovesse vincere al "Mazza" contro la Pro Vercelli (fischio d'inizio) riconquisterebbe quella Serie A che a Ferrara manca da 49 anni. A quota 77 i ragazzi di Semplici sarebbero sicuri o delle prime due posizioni della classifica o di una eventuale terza "senza playoff".

Chi sale: la Ternana

Match "scacchistico" quello tra Vicenza e Ternana. Al Menti", però, è la formazione di Fabio Liverani (certamente più "in alla" in questo periodo del campionato, rispetto al "Lane") ad avere la meglio. Merito di una difesa ermetica e, certamente, del suo uomo-simbolo, César Falletti, che ad inizio ripresa toglie le ragnatele sotto il sette con un vero e proprio bolide su cui nulla può l'estremo difensore avversario Vigorito. Tre punti che permettono ai rossoverdi di scavalcare in classifica proprio i veneti, ora scivolati al terz'ultimo posto di graduatoria. Gli umbri, a quota 43, rientrano in zona playout.

Vicenza-Ternana 0-1, Serie B 2016-2017: César Falletti e Fabio Liverani (LaPresse)

Vicenza-Ternana 0-1, Serie B 2016-2017: César Falletti e Fabio Liverani (LaPresse)Eurosport

Chi scende: il Brescia

Occasionissima gettata alle ortiche da parte delle Rondinelle, che devono accontentarsi di un pari - peraltro giunto all'ultimo secondo grazie a una volée dalla distanza, un'autentica prodezza di Andrea Caracciolo - al cospetto di un Latina, che in settimana, dopo l'ultima penalizzazione subita, aveva appreso della propria retrocessione in Serie B. Al di là delle discutibili tempistiche applicate alla sanzione, il Brescia - con una vittoria davanti alla propria gente - sarebbe di fatto salita sul carro della salvezza diretta. Ma i pontini scesi in campo al "Mario Rigamonti", si sono dimostrati squadra decisamente motivata, combattendo e passando in vantaggio al 65' grazie a un'autorete - uno spettacolare tacco volante di Untersee - sugli sviluppi di un calcio di punizione di Cristian Buonaiuto.

Brescia-Latina 1-1, Serie B 2016-2017 (LaPresse)

Brescia-Latina 1-1, Serie B 2016-2017 (LaPresse)LaPresse

La storia da raccontare: stagione da record per Federico Dionisi (Frosinone)

Record personale di marcature stagionali per l'attaccante del Frosinone Federico Dionisi, assoluto protagonista del match del "Matusa" contro il Trapani. Il classe '87, oggi pomeriggio, ha raggiunto le 17 realizzazioni, sfondando il muro delle 16 risalente a una decina di anni fa con la maglia del Celano in Serie C2. Il tap in vincente dell'11' da bomber vero (su assist dalla destra di Daniel Ciofani), il rigore conquistato a inizio ripresa - fallito però dal partner d reparto - e una prestazione tutta grinta e carattere, che hanno aiutato i ciociari ad avere la meglio della formazione siciliana, letteralmente indomabile nel corso del secondo tempo.

Frosinone-Trapani, Serie B 2016-2017: l'esultanza di Fedrico Dionisi al gol dell'1-0 (LaPresse)

Frosinone-Trapani, Serie B 2016-2017: l'esultanza di Fedrico Dionisi al gol dell'1-0 (LaPresse)LaPresse

Un successo che avvicina sempre più la formazione di Marino alla Serie A, che può arrivare direttamente anche dalla terza posizione, visto che oggi - i giallazzurri - possiedono - a quota 71 - dieci punti di vantaggio sul quarto posto occupato dal Perugia (0-0 ieri al "Renato Curi" contro lo Spezia). Quarto posto che ha perso, in pieno recupero, il Benevento, che con grande cuore - e in dieci uomini dal 5' (e in nove dall'88') per una più che dubbia espulsione comminata a Lopez, stava per espugnato il "Cino e Lillo Del Duca" di Ascoli grazie a un imperioso stacco di testa di Fabio Ceravolo al 26'. Un'incredibile autore al 92' di Eramo, che in pallonetto beffa il proprio portiere Cragno.

Ascoli-Benevento 1-1, Serie B 2016-2017 (LaPresse)

Ascoli-Benevento 1-1, Serie B 2016-2017 (LaPresse)LaPresse

Il giovane di cui sentirete parlare: Lorenzo Montipò (Novara)

Dopo la soddisfazione di aver indossato la maglia della Nazionale Under 20, Lorenzo Montipò è salito in cattedra anche oggi pomeriggio al "Dino Manuzzi-Orogel" di Cesena, sostiuendo tra i pali del Novara il primo portiere David da Costa, non convocato da mister Boscaglia. Plastico sulle conclusioni insidiose (straordinari i suoi riflessi sul colpo di testa di Rodriguez a fine primo tempo e sul potente diagonale di Renzetti al 53') e sicuro nelle uscite, come dimostrato sui numerosi cross di Panico. Novarese di nascita (classe 1996) è un prodotto del vivaio del club piemontese in cui è tornato in pianta stabile dopo le esperienze di Siena e Carpi. Le sue parate e, soprattutto, il settimo centro stagionale di Federico Macheda (girata bassa al 37') hanno permesso a Boscaglia di espugnare il catino romagnolo al cospetto, peraltro, della squadra più in forma del momento.

Best 11

Best11, BSide 40, Serie B 2016-2017

Video - Europei Under 17: Francia-Far Oer 7-0, gli highlights

02:47
0
0