Imago

Porto in fuga

Porto in fuga
Di Eurosport

I Dragoni battono il Boavista e, con la contemporanea sconfitta dello Sporting, volano a +5 in classifica

La domenica dei derby ha fatto felice solo il Porto, già in fuga, ancora una volta, verso l'ennesimo titolo di Superliga. Nella dodicesima giornata del massimo campionato lusitano, è stato un doppio 2-0 a segnare le stracittadine di Oporto e Lisbona, e a mandare in orbita i campioni in carica di Jesualdo Ferrerira. Due sberle del Benfica allo Sporting secondo in classifica, due dei Dragoni, in casa, ai cugini del Boavista, e il +5 sulla prima inseguitrice è stato servito.

La settima vittoria consecutiva dei biancoazzurri, al momento tra le squadre più in forma d'Europa, è arrivata nel secondo tempo. Al 51', quinto gol in campionato per Quaresma, aiutato da una papera clamorosa del 36enne senegalese Khadim, in campo al posto dell'infortunato William. Raddoppio firmato Helder Postiga, discusso ma prolifico bomber del Porto, rientrato in estate dal prestito al Sant'Etienne e ora in testa alla classifica cannonieri con 8 reti.

A dare valore doppio al successo della capolista, dunque, la vittoria del Benfica sul campo dell'odiato Sporting Lisbona, scivolato così a -5 dalla vetta. La scorsa stagione sempre azzannate dai Leoni biancoverdi, le aquile di Fernando Santos hanno avuto la loro vendetta. Che si è consumata nel primo tempo: a quello di Ricardo Rocha in apertura, è presto seguito il gol di Simao, autentica bestia nera per la squadra di Paulo Bento. Due a zero e Benfica quarto, a 9 punti di ritardo dal Porto (ma con una gara in meno).

Terza posizione per lo Sporting Braga, che continua a stupire nonostante la conclusione, in estate, dell'era Jesualdo Ferreira, passato al Porto. Alla 12esima è arrivato un 4-2 contro l'Academica (reti di Cesinha, Paulo George, Joao Pinto e Frechaut), per una classifica che resta da big.

0
0