AFP

Gasparotto, Colbrelli, Felline: forza Italia delle Ardenne "in difesa" dell'Amstel Gold Race

Gasparotto, Colbrelli, Felline: forza Italia "in difesa" della prima cima Ardenne

Il 15/04/2017 alle 18:54

La Bahrein schiera due punte tricolori, il campione in carica Enrico Gasparotto e il vincitore del Brabante Sonny Colbrelli, all'assalto delle Ardenne mentre Fabio Felline ha un conto aperto col destino alla partenza dell'Amstel Gold Race. Italiani outsider di lusso al cospetto dei signori delle classiche: Kwiatkowski, Van Avermaet e Philippe Gilbert re del Cauberg spostato lontano dal traguardo.

Eurosport Player : Segui l’evento LIVE

Guarda Eurosport

Dalla Freccia del Brabante all’Amstel Gold Race, da Sonny Colbrelli ultimo vincitore delle Fiandre, a un’Italia piena di speranze sulle Ardenne: perché Enrico Gasparotto è il detentore del Cauberg, perché un anno dopo Fabio Felline vuole fare i conti col destino.

    Amstel Gold Race 2016: Felline è promosso capitano della squadra Trek, ma cade di faccia sull’asfalto di Maastricht durante il trasferimento da Market Square. Sciagurata e fatale quella mano sinistra sul tubolare della ruota anteriore: forse per levare dello sporco dal palmer, forse per un’anomalia del sensore di velocità, forse un gesto scaramantico. Il guanto s’impiglia sotto il telaio e la mano finisce tra i raggi come un bastone fra le ruote: la bici rossa di Fabio si rovescia in avanti e l’impatto col volto sull’asfalto è rovinoso, con una torsione innaturale di testa e busto.

    Video - Fabio Felline cade di faccia durante l'Amstel Gold Race

    00:35

    Seguono ore drammatiche per una frattura della base cranica che non possono nemmeno garantirgli la certezza di poter risalire in bici, invece quattro mesi dopo alla Vuelta il torinese nato sprinter si scopre formidabile anche in salita. La sua maglia verde è un premio di straordinaria completezza e la matrice del corridore moderno, come Sagan al Tour de France, come un “nuovo Saronni”. Secondo a Lugo (volata), terzo a Ribeira Sacra (fuga), terzo a Bilbao (sprint), terzo ad Aramon Formigal (salita) e ancora terzo in cima all’Alto de Aitana fino al prestigioso palco di Madrid.

    Sugli scudi dei mitici muri del Fiandre, Fabio Felline torna all’Amstel Gold Race da outsider perché nella start-list della prima corsa delle Ardenne ci sono tutti i nuovi signori delle Classiche: Michał Kwiatkowski (Milano-Sanremo), Greg van Avermaet (Parigi-Roubaix) e naturalmente Mister Vlaanderen, Philippe Gilbert sulle strade di casa. Non ci scordiamo nemmeno del campione 2013 Roman Kreuziger né di Alejandro Valverde alla vigilia del Mur de Huy, però intanto il due volte e ultimo campione in carica dell’Amstel Gold Race è Enrico Gasparotto, rigenerato dalla locale Wanty-Groupe Gobert e oggi in forza alla Bahrain di Nibali (assente) a fianco di un caldissimo Sonny Colbrelli.

    Enrico Gasparotto from Italy raises his arms in victory as he crosses the finish line of the Amstel Gold Race cycling race, on April 17, 2016

    Enrico Gasparotto from Italy raises his arms in victory as he crosses the finish line of the Amstel Gold Race cycling race, on April 17, 2016AFP

    Certo che il declassamento del Cauberg a 17 chilometri dal traguardo potrebbe ribaltare la corsa, però abbiamo velocisti e finisseur pronti alla restaurazione di quel feudo italiano sulla prima cima delle Ardenne.

    Video - Enrico Gasparotto, l'eroe italiano delle Classiche del Nord

    00:50
    0
    0