Imago

Manninen battuto

Manninen battuto
Di Eurosport

Il francese Lamy Chappuis vince la Gundersen di Kuusamo davanti al dominatore delle ultime Coppe del Mondo.

Kuusamo atto primo, una Gundersen: la combinata nordica sia apre nello stesso modo in cui si era conclusa, con il francese Jason Lamy Chappuis che conquista la sua seconda vittoria. Nuova stagione, nuovo regolamento, prime "vittime" e prime polemiche: nella classica finlandese, in una gara condizionata dal vento, a farne le spese sono soprattutto i tedeschi che nel primo salto perdono in un colpo solo, il campione olimpico Georg Hettich e Bjoern Kircheisen, N° 2 della ranking list. Il nuovo regolamento non lascia scampo: si qualificano per il secondo salto solo i migliori 35 su 50: la 41esima misura di Hettich e la 46esima di Kircheisen li esclude automaticamente dal secondo tentativo. Secondo salto che vede le conferme del primo con Lamy Chappuis che, dopo aver piazzato un volo da 137,5 metri, va a 134,5, davanti allo specialista finlandese Anssi Koivuranta che nei 15 km parte con un ritardo di 1"29"; 3° l"austriaco Christoph Bieler che, rispetto alla prima prova, guadagna una posizione. Hannu Manninen, recordman di Coppa con 43 vittorie, e detentore del trofeo, parte dal 16° posto. Più di Koivuranta, Chappuis deve stare attento al treno degli specialisti sugli sci stretti: Manninen, Moan e Hasenay che partono con un ritardo incluso fra i 4'29 e 4"40. Gara attenta, senza nessuna sbavatura, quella del transalpino: vince e avanza ancora 19 secondi su un Manninen che sull"strappo dell"ultima salita, va via, centrando il secondo posto davanti ad Hasenay che, tradotto significa il 77esimo podio in Coppa. Per il tedesco, invece, un ritorno sul podio ad oltre due anni di distanza, da quel lontano 11 gennaio 2004 dietro Manninen e Gottwald.

0
0