AFP

Ricciardo esalta la Ferrari: "Sta andando forte, ha tutto per vincere il titolo"

Ricciardo esalta la Ferrari: "Sta andando forte, ha tutto per vincere il titolo"

Il 15/03/2017 alle 10:51

In un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, il pilota australiano della Red Bull parla del Mondiale che partirà il 26 marzo, ma anche degli avversari diretti Vettel, Hamilton e Verstappen. Senza dimenticare una carezza alla Ferrari, velocissima negli ultimi test.

Mancano undici giorni all’accensione dei semafori che daranno ufficialmente il via al Mondiale di Formula 1 a Melbourne, in Australia. Una gara che Daniel Ricciardo, aussie di chiare origini italiane (papà siciliano e mamma calabrese) correrà in casa. Un Gran Premio che in carriera non ha mai vinto, miglior piazzamento il quarto posto dell’anno scorso (tre anni fa salì sul podio ma fu squalificato per una irregolarità al flussometro che regola il carburante).

Sulle pagine della Gazzetta dello Sport in edicola oggi, il pilota australiano della Red Bull si è raccontato, parlando delle sue speranze e anche degli avversari diretti per la conquista del titolo mondiale. Un pensiero particolare è rivolto a Sebastian Vettel, suo compagno in Red Bull prima del passaggio alla rossa:

"La Ferrari è andata forte fin dal primo giorno a Montmelò. Mi auguro che a Melbourne si confermi perché è un bene che qualcuno possa contrastare la Mercedes. La Ferrari ha tutto per ora: velocità, passo, affidabilità, sembra riuscire a sfruttare le gomme al meglio. Ed inoltre so che Vettel quando ha una buona macchina diventa ancora più forte. "

Hamilton è ancora favorito

Non può mancare una nota anche su Lewis Hamilton, che resta il favorito per il titolo: “Sarà agguerrito, e sono curioso di vedere come se la caverà Bottas contro di lui. Penso che Hamilton, se dedicherà tutte le sue energie per vincere, alla fine risulterà ancora il migliore. Per ora resta il favorito per il titolo, ma credo che Vettel sarà altrettanto veloce”. La Red Bull, invece? “Noi arriveremo, abbiamo solo bisogno di trovare un pizzico di velocità. Sarebbe fantastico se vi fossero tre squadre a lottare al via del Mondiale. Io non sono nervoso, l’inverno non è stato un disastro perciò sono convinto che in Australia saremo pronti. Possiamo centrare un bel risultato. Se anche non riuscissimo a lottare subito con Mercedes e Ferrari, recupereremo in fretta perché la rapidità negli sviluppi resta la nostra arma migliore”. Ultimi appunti sulla rivalità interna con Verstappen: “Ritengo sia possibile trovarci entrambi a giocarci il Mondiale, ma sarebbe meglio non trovarci tra di noi a combattere. Per un pilota è importante avere in squadra un compagno che ti spinge a dare il massimo. Siamo competitivi per natura e a volte anche un po’ aggressivi”.

Video - F1 2017: tutte le vetture e i piloti che si daranno battaglia in pista

01:26
0
0