LaPresse

Vettel: “Dobbiamo migliorare la macchina, meglio in configurazione da qualificazione"

Vettel: “Dobbiamo migliorare la macchina, meglio in configurazione da qualificazione"

Il 14/04/2017 alle 20:11

Dal nostro partner OAsport.it

Vettel: "La macchina si è spenta senza danni"

Un Sebastian Vettel moderatamente soddisfatto quello di questo venerdì di prove libere in Bahrain, terzo appuntamento del Mondiale 2017 di F1. Una giornata costellata dal miglior tempo odierno ma anche da un problema tecnico nel corso delle FP2: “Non so spiegare il problema. Come ho detto alla radio ho avuto un guasto all’improvviso, la macchina si è spenta ma non c’è stato nessun danno ed abbiamo potuto riprendere la sessione – ha chiarito il pilota della Rossa ai microfoni di Sky Sport aggiungendo – Speriamo di lottare con la Mercedes anche se oggi non è stata la giornata migliore per noi perchè dobbiamo migliorare la monoposto. C’è un ottimo bilanciamento sul giro secco mentre siamo un po’ più indietro nei long run ma sono sicuro che potremo migliorare entro domani. Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis? Ognuno può fare quello che vuole non è una cosa che ci deve interessare. A me piace correre in F1″.

Raikkonen: "Ottimo lavoro per riparare il guasto"

Quarto al termine del secondo turno di libere Kimi Raikkonen vede il bicchiere mezzo pieno dopo il problema avuto nel corso della prima sessione che gli ha impedito di girare: “Purtroppo abbiamo avuto un problema sfortunato che ci ha fermati molto presto durante la prima prova – ha sottolineato il finlandese ai microfoni di Sky Sport lodando il lavoro dei meccanici – I ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro riparando la macchina e permettendomi di essere in pista per la seconda sessione. Non sono preoccupato per il guasto perché non riguarda il motore ma l’elettronica“.

Marchionne: "La macchina c'è ed è ancora sviluppabile"

Si lascia andare all’ottimismo il presidente del Cavallino Rampante Sergio Marchionne parlando della SF70H e della Scuderia Ferrari a margine dell’assemblea dei soci dell’azienda: “Grande lavoro: la macchina c’è ed è sviluppabile nel corso della stagione – ha dichiarato il massimo dirigente di Maranello – Sono fiero di loro. Il cambiamento di proprietà della F1 non è stato facile ma crediamo sia stata corretta. Dobbiamo dare a John Malone e al suo team la possibilità di crescere. Ora stiamo guardando le possibilità di un coinvolgimento finanziario nella joint venture“.

giandomenico.tiseo@oasport.it

0
0