Getty Images

Sebastian Vettel a caccia di una vittoria che manca da più di 100 giorni

Sebastian Vettel a caccia di una vittoria che manca da più di 100 giorni

Il 09/11/2017 alle 08:00Aggiornato Il 09/11/2017 alle 10:11

Dal nostro partner OAsport.it

Il Mondiale 2017 di Formula Uno arriva al suo penultimo appuntamento. Il circus approda a San Paolo per il Gran Premio del Brasile sulla pista di Interlagos per una gara che, tradizionalmente, regala sempre emozioni e grande imprevedibilità. Il titolo mondiale è già stato assegnato a Lewis Hamilton, per cui i suoi principali avversari cercheranno di mettersi in luce per una vittoria di prestigio e chiudere la propria annata nel migliore dei modi. Max Verstappen e Sebastian Vettel su tutti.

LA PISTA – Si corre sul tracciato intitolato a Josè Carlos Pace (pilota brasiliano morto nel 1977) e lo si fa continuativamente dal 1990. In precedenza questo circuito situato nelle vicinanze di San Paolo fu protagonista del GP del Brasile dal 1973 al 1977 e dal 1979 al 1980. Negli anni nei quali non vi si è corso il Mondiale si trasferì a Jacarepaguà. Interlagos è lungo 4309 metri e presenta 15 curve di diversa morfologia. Si passa dalla prima complicata chicane in discesa (intitolata alla leggenda brasiliana Ayrton Senna) per passare ad un tratto di scorrimento (la Reta Oposta) inframmezzato dalla Descida do Lago e dalla Ferradura che anticipano un tratto tortuoso e lento con due tornanti da prima e seconda marcia. Nuova ripartenza verso la Junçao che anticipa il settore più veloce e più “da motore”. Si sale verso la lunghissima piega Arquibancadas che arriva fino al traguardo e sulla quale si passano (nonostante la pendenza) i 310kmh. Una pista variegata, breve e nella quale ogni errore viene pagato a caro prezzo.

LA SITUAZIONE – Con Lewis Hamilton che ha già ampiamente festeggiato il quarto titolo iridato, i suoi avversari cercheranno di capire se l’inglese sarà ancora concentrato sulla guida o lascerà chance di gloria a chi ne saprà approfittare. Per il layout della pista di San Paolo, tuttavia, Ferrari e Red Bull sembrano farsi preferire. La loro maneggevolezza sulle curve lente potrebbe fare la differenza, mentre la potenza Mercedes sarà decisiva nell’ultimo tratto dell’Arquibancadas. I distacchi saranno ridotti e non sono affatto da escludere i corpo a corpo. Max Verstappen fresco di vittoria nel GP del Messico, sbarca in Brasile con la chiara intenzione di ripetersi, dopo che nelle passata stagione sotto il diluvio aveva messo in mostra un vero e proprio show, anche se il successo andò a Lewis Hamilton. Questa gara, poi, è una ghiotta occasione per Sebastian Vettel che vuole a tutti i costi tornare sul gradino più alto del podio. Sono ben 102 i giorni che distanziano il pilota tedesco dalla sua ultima vittoria (nel GP di Ungheria). Un lasso di tempo enorme se si pensa alle occasioni gettate alle ortiche dalla scuderia di Maranello negli ultimi appuntamenti. Outsider? Come sempre il nome del vincitore dovrebbe uscire dai tre top team, ma in zona punti potrebbero farsi largo McLaren e Renault che sui circuiti più guidati risultano più competitive.

NUMERI – La Ferrari non vince la gara di Interlagos dal 2008 in occasione della “grande beffa” di Felipe Massa che si vide soffiare il titolo mondiale mezzo minuto dopo aver tagliato il traguardo, a favore di Lewis Hamilton. L’inglese, a sua volta, ha vinto in una sola occasione in Brasile, proprio dodici mesi fa, sul bagnato. Nelle tre edizioni precedenti altrettanti successi tedeschi, due di Nico Rosberg (Mercedes) e uno per Sebastian Vettel (Red Bull). L’attuale ferrarista ha vinto anche nel 2010, ma sempre con il team austriaco. Il maggior numero di successi spetta ad Alain Prost con ben 6 vittorie tra 1982 e 1990 con Renault, McLaren e Ferrari. Al secondo posto Michael Schumacher con 4 successi (due in Benetton e due in Ferrari). L’edizione 2007 vide il trionfo di Kimi Raikkonen che portò a casa anche l’ultimo Mondiale per la scuderia di Maranello, ben 3672 giorni fa.

IL METEO – Una consuetudine del GP del Brasile è rappresentata dal meteo ballerino. Anche in questa occasione sotto questo punto di vista non ci si dovrebbe annoiare. Le previsioni, al momento, parlano di tanta pioggia in concomitanza con la seconda sessione di prove libere di venerdì, mentre la situazione dovrebbe addirittura peggiorare per quanto riguarda il sabato. Ombrelli aperti per la FP3 del mattino mentre la pioggia dovrebbe andare ad aumentare mano a mano che ci si avvicinerà alle qualifiche. La gara, invece, sarà dominata da sole e asciutto e temperature in aumento fino ai 28° dopo i 20° del sabato.

Classifica Mondiale 2017

CL PILOTA NAZ VETTURA PUNTI
1 Lewis Hamilton GBR MERCEDES 333
2 Sebastian Vettel GER FERRARI 277
3 Valtteri Bottas FIN MERCEDES 262
4 Daniel Ricciardo AUS RED BULL RACING TAG HEUER 192
5 Kimi Räikkönen FIN FERRARI 178
6 Max Verstappen NED RED BULL RACING TAG HEUER 148

ALBO D’ORO GP BRASILE ULTIME 10 EDIZIONI:

2007 Interlagos Kimi Räikkönen Ferrari
2008 Interlagos Felipe Massa Ferrari
2009 Interlagos Mark Webber RBR–Renault
2010 Interlagos Sebastian Vettel RBR–Renault
2011 Interlagos Mark Webber RBR–Renault
2012 Interlagos Jenson Button McLaren–Mercedes
2013 Interlagos Sebastian Vettel RBR–Renault
2014 Interlagos Nico Rosberg Mercedes
2015 Interlagos Nico Rosberg Mercedes
2016 Interlagos Lewis Hamilton Mercedes

RECORD VITTORIE GP BRASILE:

Posizione Nome Pilota Vittorie
1 Alain Prost 6
2 Michael Schumacher 4
3 Carlos Reutemann 3
4 Emerson Fittipaldi 2
= Nelson Piquet 2
= Nigel Mansell 2
= Ayrton Senna 2
= Mika Häkkinen 2
= Juan Pablo Montoya 2
= Felipe Massa 2
= Mark Webber 2
= Sebastian Vettel 2
= Nico Rosberg 2

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SULLA FORMULA UNO

alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

0
0