Getty Images

Dopo 12 anni Ferrari in pole in Ungheria. Vettel davanti a Raikkonen, Bottas 3° davanti a Hamilton

Dopo 12 anni Ferrari in pole in Ungheria. Vettel davanti a Raikkonen, Bottas 3° davanti a Hamilton

Il 29/07/2017 alle 15:07Aggiornato Il 29/07/2017 alle 16:34

Pazzesca prestazione di Sebastian Vettel che strappa la pole position chiudendo davanti a Raikkonen che chiude una prima fila tutta Ferrari. Seconda fila per Bottas ed Hamilton.

Nel weekend più delicato la Ferrari risorge dalle difficoltà delle ultime settimane e torna a fare la voce grossa, monopolizzando la prima fila come gli era accaduto l’ultima volta a Montecarlo e cogliendo una pole che all’Hungaroring mancava addirittura dal 2005. Assolutamente da incorniciare il sabato di Sebastian Vettel che dopo aver lanciato segnali belligeranti nelle FP3 è stato semplicemente perfetto nei tre turni di qualifiche portandosi a casa una pole position fondamentale e che interrompe l’egemonia della Mercedes al sabato. 1’16”276 il crono fatto registrare dal driver tedesco che è stato l’unico pilota a girare costantemente sotto il muro dell’1’17” durante tutto il turno e si è preso con merito la terza pole position del suo 2017. Seb ha mostrato un passo gara indiavolato ed è apparso finalmente capace di guidare la SF70H con quel feeling e quell’autorità che gli erano mancate negli ultimi gran premi. Un ottimo segnale in vista della gara dove Vettel potrà contare anche sull’aiuto di un Kimi Raikkonen, formidabile a disegnare un ultimo giro stratosferico che gli permette di emarginare in seconda fila le Mercedes di Bottas e Lewis Hamilton, che ha pagato il controsterzo alla curva 4 e domani dovrà guardarsi non solo dalle Ferrari ma anche dal compagno di squadra e dalle scomode Red Bull di Verstappen (5° a mezzo secondo da Vettel) e Ricciardo (6° a 21 millesimi dal compagno di squadra).

Il tabellino

1 Sebastian Vettel Ferrari 1'16"276
2 Kimi Raikkonen Ferrari +0.168
3 Valtteri Bottas Mercedes +0.254
4 Lewis Hamilton Mercedes +0.431
5 Max Verstappen Red Bull +0.521
6 Daniel Ricciardo Red Bull +0.542
7 Nico Hulkenberg Renault +1.192
8 Fernando Alonso McLaren +1.273
9 Stoffel Vandoorne McLaren +1.618
10 Carlos Sainz Toro Rosso +2.636

Novità: gioca in diretta e vinci con FANTASYTEAM

La cronaca

- Al via della Q3 a sorpresa ad occupare l’abitacolo della seconda Williams non c’è Felipe Massa, fermato dai medici a seguito di un problema fisico che lo ha costretto ad accertamenti in ospedale nella giornata di ieri, ma lo scozzese Paul Di Resta che come il compagno di squadra Stroll non riesce a guadagnare l’accesso per la Q2 venendo eliminato insieme a Magnussen (Haas), Werlhein (Sauber) ed Ericksson (Sauber).

- Vettel intanto davanti inizia subito a fare la voce grossa e chiude il primo quarto d’ora a disposizione davanti al redivivo Max Verstappen, staccato di appena 22 millesimi

- Nella Q2 il protagonista è Hamilton che a un minuto dal gong toglie a Vettel facendo segnare un pregevole 1’16”93.

- A restare fuori dalla Q3 sono Palmer (Renault), Ocon (Force India), Kvyat (Toro Rosso), Perez (Force India) e Grosjean (Renault).

- Nella Q3 Vettel pronti via, spara il miglior crono al primo giro utile in 1’16”276. Hamilton, costretto a rientrare ai box dopo un errore alla curva 4, nell’unico tentativo a propria disposizione non riesce a far meglio del compagno di squadra Bottas. Sulla bandiera a scacchi la Ferrari completa l’en plein grazie a Raikkonen che scalza Bottas dalla seconda piazza e regala alla Ferrari una prima fila tutta rossa.

Il migliore

Sebastian Vettel (Pilota Ferrari, pole position): Un martello. La SF70H è un fulmine e lui la doma da fuoriclasse assoluto, lasciando solo le briciole alle Frecce d’Argento.

Il peggiore

Sergio Perez (Force India): Irriconoscibile. Prende paga anche dal compagno di squadra Ocon e fallisce l'aggancio alla Q3.

Video - F1 2017: tutte le vetture e i piloti che si daranno battaglia in pista

01:26
0
0