Getty Images

Pagelle: Vettel e Raikkonen monumentali, Hamilton abbacchiato: Verstappen solito bad boy

Pagelle: Vettel e Raikkonen monumentali, Hamilton abbacchiato: Verstappen solito bad boy

Il 30/07/2017 alle 17:30Aggiornato Il 30/07/2017 alle 17:58

Diamo i voti ai protagonisti del GP d'Ungheria che ha visto la Ferrari monopolizzare i primi fdue gradini del podio con Sebastan Vettel e Kimi Raikkonen. I due ferraristi meritano il voto più alto, Verstappen è il peggiore per l'inqualificabile speronata al compagno di squadra.

Sebastian Vettel (Pilota Ferrari) voto 10: La gara più difficile dell’anno. Scattato dalla pole position, per oltre 40 giri è costretto a guidare una Ferrari con uno sterzo guasto. Non perde la calma e spalleggiato da un Raikkonen formato bodyguard, porta a casa la terza vittoria stagionale, lanciando un segnale importnatissimo alla Mercedes. La Ferrari c’è e crede nel mondiale.

Kimi Raikkonen (Pilota Ferrari) voto 10: Premiamo Ice Man perché non è mai semplice rispettare gli ordini di scuderia quando hai la consapevolezza e la certezza di essere molto più veloce del tuo compagno di squadra, che si gioca la vittoria. Dopo oggi sono ben 84 i GP senza vittoria del finlandese che però oggi è un po’ il vincitore morale di questo Gran Premio e sicuramente si è guadagnato il rinnovo per la prossima stagione oltre che un regalo speciale da un Vettel mai così riconoscente nei confronti di Raikkonen. Monumentale.

Valtteri Bottas (Pilota Mercedes) voto 8: Il quinto podio consecutivo arriva in un modo rocambolesco per omaggio di Hamilton, che ricambia il favore del finlandese che si era scansato a 20 giri dalla bandiera a scacchi per permettere a Lewis di provare ad andare a prendere Raikkonen. Le Ferrari però sono dei fulmini oggi e le Frecce d’Argento devono accontentarsi delle briciole.

Lewis Hamilton (Pilota Mercedes) voto 8: Secondo quarto posto nelle ultime tre gare per l’inglese che parte male poi, complice la penalità di Verstappen, rimonta fino a guadagnarsi il via libera per provare ad andare a prendere le Ferrari a discapito di Bottas. Il campione del mondo in carica spreme al massimo la sua Mercedes W08 ma non riesce a guardagnarsi un’occasione per un attacco. Stremato nel finale sceglie di darla su ed eseguire - seppur a malincuore - l’ordine di scuderia, cedendo la posizione al compagno di marca.

Max Verstappen (Pilota Red Bull) voto 4.5: Dispiace perché nel complesso disputa un garone, però la manovra da matita rossa con la quale manda ko il compagno di squadra è veramente inqualificabile. Nella giornata in cui Mercedes e Ferrari danno lezione di gioco di squadra, la Red Bull si espone a una figura barbina in questo senso per colpa del focoso Max. Autoscontri.

Fernando Alonso (Pilota McLaren) voto 7.5: La migliore gara dell’anno. Un sesto posto con una gara tutta in rimonta e la ciliegina sulla torta del giro più veloce della gara. Redivivo.

Carlos Sainz (Pilota Toro Rosso) voto 6.5: Dopo due ritiri consecutivi un settimo posto ottenuto dopo una lotta all’arma bianca con il connazionale Alonso. Guerriero.

Daniel Ricciardo (Pilota Red Bull) s.v.: Pronti via e dopo due curve viene speronato e buttato fuori dal compagno di squadra. Calimero.

Video - Max Verstappen, il talento precoce dalla testa calda

01:04
0
0