Getty Images

Vettel: "Ferrari incredibile in qualifica, ma conta la gara"

Vettel: "Ferrari incredibile in qualifica, ma conta la gara"

Il 29/07/2017 alle 15:39Aggiornato Il 29/07/2017 alle 15:45

Il ferrarista è soddisfatto della pole position ma tiene i piedi per terra in vista della gara. Di contro, un po' di rammarico per Raikkonen che afferma: "La pole era alla mia portata". Hamilton non soddisfatto: "Dobbiamo lavorare meglio".

"La macchina è stata incredibile tutto il giorno. Abbiamo fatto progressi, la pista mi piace tantissimo. C'era tanta gente e il succo delle corse è questo". Così Sebastian Vettel commenta la pole position conquistata con la Ferrari al Gran Premio di Ungheria. "E' stato incredibile andare così forte, ma ora attendiamo domani. Stiamo lavorando sodo - ha aggiunto il tedesco - le ultime gare non sono state grandiose ma questo non conta". "Ora cerchiamo di fare il meglio qui - ha dichiarato Vettel - passo dopo passo sono contento del livello raggiunto, dobbiamo ricordare a che livello eravamo 12 mesi fa e dove siamo ora". "Ora l'obiettivo principale è domani, ma siamo partiti nel modo migliore.

Non guardo ai numeri, è presto per parlare. Oggi le cose sono andate abbastanza bene ma dobbiamo spingere a tutta in gara. Avremo una grande iniezione di fiducia, non poteva andare meglio oggi. E' stato grandioso anche per tutte le chiacchiere dopo l'ultima gara un po' esagerate. Ho risposto in pista", ha concluso il tedesco.

Raikkonen un po' deluso

" Non è andata troppo bene, l'inizio del giro non era male ma poi ho perso un po' di tempo. Il secondo posto un po' deludente perchè sentivo di avere la pole alla portata ma non ce l'ho fatta. Se guardiamo i tempi sul giro oggi è una pista per la Ferrari, ma ieri non è stata una giornata facile. Siamo contenti di come sono andate le cose oggi, la macchina è migliorata per le qualifiche. Fino ad ora tutto bene ma domani sarà una dura battaglia e dobbiamo continuare così."

Bottas possibilista

" Siamo stati veloci tutto il weekend ma sapevamo che sarebbe stata dura, oggi loro avevano una macchina più veloce. Dobbiamo fare un grande lavoro e vedremo come andrà domani, le nostre prestazioni non sono quelle che avremmo voluto. Dobbiamo ancora lavorare e concentrarci per la gara di domani che sarà molto lunga, tutto è possibile."

Hamilton molto deluso

" Non è stato un problema di gomme, ma quando esci dai box dovrebbero essere perfette e invece quando senti una vibrazione diventi matto. Dobbiamo lavorare meglio per trovare un bilanciamento migliore, ma oggi le Ferrari erano troppo veloci. Non lo so se il problema era la pista, se loro che erano troppo forti o noi troppo lenti. Non posso dire molto, la gara sarà una lotta per entrare nei primi tre", ha aggiunto il pilota inglese."

Video - Formula E: Inside the Team, l'appuntamento di Berlino

05:07
0
0