LaPresse

Irregolari le partenze con "precarica", una vittoria per la Ferrari

Irregolari le partenze con "precarica", una vittoria per la Ferrari

Il 04/02/2017 alle 14:01

Dal nostro partner OAsport.it

In attesa di conoscere i segreti delle nuove monoposto del Mondiale di F1 2017, la Ferrari sta riscuotendo un discreto successo relativamente all’interpretazione delle “zone grigie” del regolamento vigente.

Dopo aver convinto la FIA circa l’irregolarità delle sospensioni idrauliche utilizzate da Mercedes e Red Bull, la Scuderia di Maranello, in seguito ad una richiesta ufficiale del chief designer Simone Resta, ha ottenuto anche la messa al bando della cosiddetta partenza con “precarica”.

Come viene descritto su motorsport. com, in questo caso speficico, l’avvio della vettura, dopo il semaforo verde, prevede che il pilota prema la frizione poco prima dell’inizio della procedura, per poi inserire la prima marcia. In queste senso, il driver, gestendo l’acceleratore, riesce a trovare il punto di stacco ideale, schiacciando il pedale del freno successivamente per precaricare e lasciando lentamente la frizione fino a trovare il cosiddetto “bite point”

Dal punto di vista della Rossa, l’uso di questo “espediente” viola due articoli del regolamento: “il 9.2.2, che chiarisce come non sia concesso ai piloti usare sistemi o mappature che permettano agli stessi di trovare il punto di stacco ideale della frizione, e il 9.2.7, che ritiene illegale ogni dispositivo che informi il driver del possibile slittamento della citata frizione”. La FIA, con Charlie Whiting, ha risposto ritenendo l’adozione di questo sistema non conforme alle regole anche sotto il profilo della sicurezza.

Video - Da Jordan a Rosberg: i ritiri più inattesi nella storia dello sport

01:57
0
0