Getty Images

E' lotta a a tre per il mondiale: dopo Misano chi è il favorito per il titolo?

E' lotta a a tre per il mondiale: dopo Misano chi è il favorito per il titolo?
Di Eurosport

Il 11/09/2017 alle 10:46

La gara di Misano va in archivio con il quarto successo stagionale di Marc Marquez. A Misano il Cabroncito ha vinto sotto il diluvio, tornando in testa al mondiale, a pari merito con Andrea Dovizioso. Rossi e Pedrosa ormai sono fuori dai giochi, Viñales è ancora in lizza, con 16 punti di distacco dalla vetta. Chi ha più possibilità ora di trionfare a Valencia?

-5. Sembra ieri che il mondiale è iniziato nel deserto di Doha e ora mancano solo 5 gare alla fine della stagione: due in Spagna, più il solito trittico che farà fare le ore piccole a noi europei.

Danilo Petrucci (Ducati Team), Marc Marquez (Honda HRC), Andrea Dovizioso (Ducati Team) - Grand Prix of San Marino 2017

Danilo Petrucci (Ducati Team), Marc Marquez (Honda HRC), Andrea Dovizioso (Ducati Team) - Grand Prix of San Marino 2017Getty Images

La MotoGP lascia l'Italia con la vittoria di Marc Marquez: un successo veramente difficile, ottenuto in una gara sotto il diluvio. Quando il gioco si fa duro però il Cabroncito recita sempre la parte del protagonista, e così lo spagnolo festeggia la vetta nel mondiale. Sono a pari punti lui e il Dovi, pari anche in quanto a gare vinte, quattro a testa. Terzo nella generale, non lontano, c'è Maverick Viñales, che ha faticato e tanto sotto l'acqua di Misano. Pedrosa e Rossi, per motivi diversi, ormai sono out: Dani ha dimostrato i suoi soliti limiti sul bagnato, mentre il Dottore è fermo per il famoso incidente alla gamba.

Ne rimangono tre in lotta

E' lotta a tre quindi. E' guerra tra tre riders di tre diversi team di tre diverse case. Una situazione fantastica, una battaglia stupenda che testimonia quanto equilibrato sia questo mondiale 2017. Merito di gomme, moto 2016 molto vicine alle quelle di quest'anno e anche di diversi errori dei top della disciplina. Vediamo chi, da ora in poi, potrà essere favorito per il titolo.

Marquez pronto a prendere il volo

L'inerzia è tutta dalla sua parte. Se a Silverstone non avesse avuto quel problema tecnico, a quest'ora sarebbe in testa al mondiale in solitaria. Dopo un inizio di stagione difficile, da luglio vive uno stato di forma notevole, e anche a Misano è stato il migliore in assoluto, nonostante le numerosissime cadute e il clima ostile nei suoi confronti: i fischi sono ormai una costante contro di lui, ma la cosa peggiore è stato vedere la gente esultare ad ogni sua caduta.

La Honda è la moto più completa, competitiva in qualsiasi condizione. Il resto ce lo mette Marc, bravissimo ad attaccare quando serve e a improvvisarsi "stratega" all'evenienza. Lo spagnolo ha vinto su tutte le piste che rimangono, la RC213V ad Aragon e a Valencia è certamente favorita, come a Motegi. I problemi potranno arrivare in Australia e a Sepang.

POSSIBILITA' DI VITTORIA

60%

La Ducati c'è, il Dovi anche

Andrea Dovizioso (Ducati) festeggia la vittoria al GP di Silverstone, Gran Bretagna, 2017

Andrea Dovizioso (Ducati) festeggia la vittoria al GP di Silverstone, Gran Bretagna, 2017Getty Images

Misano è stato un importante banco di prova, l'esito è fantastico: la Ducati è competitiva in ogni situazione, su qualsiasi tracciato. Non era così scontata questa cosa, dato che il circuito italiano doveva essere ostico alla Desmosedici di Borgo Panigale. Dovizioso infatti non era per nulla triste nel post gara, nonostante il terzo posto e il recupero di Marquez: in prova la moto si è dimostrata fortissima, in gara il Dovi ha fatto il massimo, senza prendersi rischi. Troppo importante arrivare al traguardo in queste condizioni, i 16 punti sono fondamentali per rimanere in corsa per il mondiale. Marquez è il favorito per il titolo, ci sono pure due GP in Spagna da qui a fine anno. Ma la fortuna è dalla parte di Andrea, spinto da un entusiasmo alle stelle e da uno stato di forma mai avuto in carriera. Inoltre c'è la consapevolezza delle proprie capacità e di una moto all'altezza della situazione. Ci vuole un pizzico di fortuna, il sogno è vivo.

POSSIBILITA' DI VITTORIA

30%

Top Gun all'ultima spiaggia

La classifica lo tiene assolutamente in corsa per il titolo. In questo 2017 abbiamo visto come 16 punti possono essere recuperati in un batter d'occhio, ma è fuori discussione che Maverick Viñales sia ormai in calo da diverso tempo. L'inizio di stagione è stato da sogno, con due vittorie e un dominio totale. Poi qualche errorino e la risalita di Honda e Ducati hanno fatto calare le possibilità di vittoria dello spagnolo, ma soprattutto il suo morale. A Misano ha guidato bene sull'asciutto, meno sul bagnato. Difficile credere che la M1 possa recuperare il divario con le avversarie nelle prossime settimane, inoltre Dovi e Marquez stanno attraversando uno stato di forma pazzesco. L'impressione è che a breve diventerà spettatore del duello finale per il mondiale.

POSSIBILITA' DI VITTORIA

10%

Pedrosa e Rossi giudici di questo mondiale?

In conferenza stampa post gara a Misano, in tanti hanno chiesto a Petrucci se aiuterà Dovizioso da qui a fine anno, il Petrux non ha negato questa possibilità. Nelle moto però difficilmente si vedono giochi di squadra, non è nella cultura di questa disciplina. Dani e Vale però possono diventare protagonisti di questo mondiale nel caso si dovessero mettere in mezzo ai pretendenti. Se la Honda si confermerà competitiva, Pedrosa potrà lottare per il podio, rubando magari punti a Dovizioso. Lo stesso potrà fare Rossi. L'unico senza aiuti è proprio Andrea che, con un Lorenzo ancora lontano dai primi, sarà costretto a caversela da solo.

Video - L'ultima proibitiva sfida della carriera di Valentino Rossi

01:10
0
0