AFP

Le pagelle: Viñales ancora perfetto, eterno Valentino Rossi. Gara da incubo per Marquez e Lorenzo

Le pagelle: Viñales ancora perfetto, eterno Rossi. Gara da incubo per Marquez e Lorenzo
Di Eurosport

Il 10/04/2017 alle 12:35

E' tempo di dare i voti dei protagonisti del Gran Premio d'Argentina, seconda tappa del mondiale della MotoGP 2017. Ancora perfetto Maverick Viñales, a punteggio pieno nella generale. Valentino Rossi trova il podio dopo aver sofferto tantissimo nelle libere. Bravo Crutchlow e Bautista. Peccato per Dovizioso, malissimo le Honda ufficiali. Lorenzo deve svegliarsi dall'incubo.

Maverick VIÑALES 10: Semplicemente incredibile il feeling che si è creato tra lui e la Yamaha. Dalle prove libere di Valencia ha sempre fatto segnare prestazioni super, e in quest'inizio di stagione ha solo avuto difficoltà sul bagnato in Argentina. Per il resto assolutamente perfetto. Era difficile pronosticarlo in lotta per il mondiale, invece Maverick è un serio candidato per il titolo.

Valentino ROSSI 9: Che dire del Dottore? Beh sono finiti gli aggettivi. E' vero, è arrivato secondo dietro il compagno, ma nel warm up era nono, nelle libere sull'asciutto addirittura 18mo... Ora va sul podio, secondo, al 350 GP della carriera, a 38 anni. Pazzesco.

Cal CRUTCHLOW 8: Super Cal arriva ancora a podio, e questo terzo posto vale ancora di più dato che è la prima Honda al traguardo. Bravissimo, tiene un gran passo rimanendo secondo per gran tratti di gara. Alla fine Rossi lo passa ma ottiene comunque la top three.

Alvaro BAUTISTA 8: Parte decimo, termina quarto avendo la meglio di avversari di tutto rispetto quali Petrucci e Zarco. Ringrazia le cadute di Pedrosa e Dovizioso, ma chi finisce a terra ha sempre torto. Prestazione di grande spessore dello spagnolo.

Johann ZARCO 7: Dopo lo spumeggiante inizio in Qatar finito però nella sabbia, stavolta vede la bandiera a scacchi conquistando una buona quinta piazza. Comunque questo ragazzo ha i numeri e sulla Yamaha si trova un gran bene.

Danilo PETRUCCI 6: Tiene fino all'ultimo per poi crollare. La gara è buona, ma dal buon Danilo ci si aspetta sempre il salto di qualità che per ora non si è ancora visto. Dopo aver stazionato per larghi tratti in quarta piazza, termina settimo, dietro anche a Folger. Può fare molto di più.

Karel ABRAHAM 6: Dopo l'exploit delle qualifiche riesce a chiudere in top ten, e questo è già un buon risultato. Sicuramente un ottimo ritorno in MotoGP per uno che non è mai stato considerato un pilota all'altezza della categoria.

Andrea DOVIZIOSO 5: Sfortunatissimo, ma con una qualifica un po' più attenta non si sarebbe mai trovato così tanto nelle retrovie a combattere per l'ottava piazza. Un passo indietro dopo il bellissimo podio di Losail.

Marc MARQUEZ 4: Il campione del mondo soffre la pressione. Non solo non è a posto con la moto, ma la super competitività di Vinales lo ha portato ad andare oltre il limite, finendo a terra. Ora arriva Austin, la sua pista. Deve dare risposte, Top Gun è già lontano nella generale.

Jorge LORENZO 3: Por Fuera non vede l'ora di svegliarsi da questo incubo. La gara di oggi dura pochi metri, poi finisce a terra, chiudendo un weekend da terrore. Ora bisogna soffrire ancora ad Austin, la luce forse arriverà in Spagna.

Video - MotoGP Argentina, la presentazione del GP del 2017: 350° GP per Rossi

01:17
0
0