LaPresse

Moto2: Franco Morbidelli fenomenale, dopo il Qatar trionfa anche in Argentina

Moto2: Morbidelli fenomenale, dopo il Qatar trionfa anche in Argentina

Il 09/04/2017 alle 19:56Aggiornato Il 09/04/2017 alle 20:55

Dopo il primo successo di 15 giorni fa Franco Morbidelli diventa il primo italiano a vincere due gare consecutive nella classe Moto2. Per trovare un centauro tricolore a vincere due GP di fila nella classe media bisogna risalire a nove anni fa quando Marco Simoncelli vinse in Giappone e in Australia nel 2008. Per il 22enne azzurro si tratta del 7° podio consecutivo...

Il motociclismo italiano è in buone mani. Non ci sono Valentino Rossi, Andrea Dovizioso ed Andrea Iannone a tenere alto l’onore e l’onere delle due ruote veloci e a pretendere per la vittoria di un campionato del mondo. A fare sognare gli appassionati della velocità c’è anche Franco Morbidelli, che dopo aver rotto il ghiaccio 15 giorni fa cogliendo la prima vittoria della carriera in Moto2 in Qatar si è ripetuto anche a Termas de Rio Hondo diventando il primo pilota italiano a vincere due gare consecutive da quando nel 2010 la classe media è stata rinominata (da 250 all’attuale Moto2).

Nove anni fa l'ultimo back to back in 250 di Simoncelli

Nemmeno Marc Marquez, Maverick Vinales o Johan Zarco erano riusciti a vincere entrambi i primi appuntamenti della classe Moto2, un dato che fa capire la portata dell’exploit di questo ragazzo romano che dopo questi due acuti si candida davvero ad essere l’uomo da battere in questa classe. Settimo podio consecutivo fra 2016 e 2017 per il golden boy romano che diventa il primo pilota tricolore a vincere due gare consecutive nella classe di mezzo dai tempi di Marco Simoncelli, che nel mondiale 2008 (anno in cui si laureò campione del mondo) vinse il GP del Giappone e il GP d’Australia fra il 28 settembre e il 5 ottobre. Per trovare invece l'ultimo rider italiano a vincere le prime due gare di un mondiale 250 bisogna addirittura tornare indietro di 23 anni, al 1994 quando un altro romano Max Biaggi in sella all'Aprilia vinse in Australia e Malesia i primi due GP, spianandosi la strada verso il primo campionato mondiale della sua carriera.

Successo autoritario

Come in Qatar anche a questo giro Morbidelli è rimasto in testa dal primo all’ultimo giro: liberatosi dopo poche curve di Olivera, scattato dalla pole, il pilota del team Kalex Marc Vds ha iniziato a martellare un ritmo impressionante guadagnando un bel margine dal compagno di squadra Alex Marquez. Il fratellino di Marc però da metà gara in avanti ha ricucito quasi tutto il margine tornando a sei giri dalla fine sui tubi di scarico di Morbido che però è stato bravissimo a non scomporsi e a rintuzzare l’attacco dello spagnolo ed evitare la bagarre. Nel finale, complice una disgraziata caduta di Marquez nell’ultimo giro, Morbidelli è potuto anche godersi un successo ben più netto davanti al portoghese Olivera e allo svizzero Luthi. Quarto posto per un grande Lorenzo Baldassarri (Forward Racing) che precede Vierge e i due italiani Corsi e Bagnaia (ottimo 7° con la Kalex del team VR46). A punti anche Luca Marini (12°) mentre sfortunato Mattia Pasini (20° ma condizionato da una scivolata nelle prime battute di gara quando era risalito fino al 3° posto).

L'ordine d'arrivo

1 Franco Morbidelli Kalex Marc VDS 39'50.036
2 Miguel Olivera Red Bull KTM +1.683
3 Thomas Luthi Interwetten Kalex +10.551
4 Lorenzo Baldassarri Forward Racing Kalex +15.577
5 Xavi Vierge Tech 3 Kalex +24.527
6 Simone Corsi Speed Up Racing +24.723
7 Francesco Bagnaia Sky VR46 Team Kalex +24.965
8 Sandro Cortese Dynavolt Suter +25.156
9 Brad Binder Red Bull KTM +25.622
10 Hafizh Syahrin Petronas Malaysia Kalex +25.933

Video - MotoGP Argentina, la presentazione del GP del 2017: 350° GP per Rossi

01:17
0
0