Getty Images

Prove libere 2: Dovizioso comanda la sessione pomeridiana, braccato da Viñales e Pedrosa

Prove libere 2: Dovizioso comanda la sessione pomeridiana, braccato da Viñales e Pedrosa

Il 11/08/2017 alle 15:29Aggiornato Il 11/08/2017 alle 16:08

Dal nostro partner OAsport.it

La sessione pomeridiana dedicata alla MotoGP, e valevole per il Gran Premio d’Austria, è stata anch’essa inizialmente influenzata dal maltempo: i primi minuti hanno visto una lieve pioggia sull’asfalto del Red Bull Ring, con i piloti (pochi) sul tracciato intenti più che altro a studiare le condizioni dell’autodromo austriaco, per iniziare a spingere con gomma slick dopo circa 10 minuti dall’inizio del turno in cui, nel frattempo, il circuito è andato in progressivo miglioramento, tornando ad un asciutto convincente.

E’ Andrea Dovizioso (Team Ducati) a piazzare la zampata vincente proprio nei secondi finali, chiudendo con il tempo di 1:24.046, precedendo di ben due decimi Maverick Viñales (Yamaha Movistar, 2°) e di oltre 4 Dani Pedrosa (Team Hrc, 3°).

Risale bene, rispetto ad un complicato turno mattutino, Jorge Lorenzo (Team Ducati), che chiude la top-5 ad oltre mezzo secondo dal suo compagno di squadra. Subito dietro di lui Marc Marquez (Team Hrc), 6° a 603 millesimi e protagonista di un ottimo inizio di sessione, a conferma dell’incredibile feeling che il campione del mondo in carica riesce ad avere in condizioni di asfalto critiche e problematiche.

Novità: gioca in diretta e vinci con FANTASYTEAM

Anche il turno pomeridiano non è stato soddisfacente per Valentino Rossi (Yamaha Movistar) che, nonostante un lieve miglioramento nel finale della sessione, chiude anche nella FP2 al 12° posto, ad oltre 8 decimi dal proprio connazionale, e dovrà dunque cercare il colpo di reni utile a portarlo nei 10 nella sessione del sabato mattina, se vorrà accedere direttamente alla Q2. Per lui, fin qui, è il comportamento dell’anteriore della M1 la problematica maggiore registrata.

CLASSIFICA FP2 MOTOGP GP REPUBBLICA CECA 2017 (TOP TEN):

1° Dovizioso (Italia-Ducati) 1:24.046
2° Vinales (Spagna-Yamaha) +0.234
3° Pedrosa (Spagna-Honda) +0.428
4° Zarco (Francia-Yamaha) +0.476
5° Lorenzo (Spagna-Ducati) +0.570
6° Marquez (Spagna-Honda) +0.603
7° Crutchlow (Gran Bretagna-Honda) +0.622
8° A. Espargaro (Spagna-Aprilia) +0.680
9° Redding (Gran Bretagna-Ducati) +0.719
10° Bautista (Spagna-Ducati) +0.734

davide.brufani@oasport.it

Video - Pedrosa come James Bond: arriva dal cielo sul Red Bull Ring

03:26
0
0