Yamaha MotoGP

Rossi e Yamaha male nelle prime libere: "Venerdì difficile tra influenza e difficoltà con la moto"

Rossi e Yamaha male nelle prime libere: "Venerdì difficile tra influenza e difficoltà con la moto"

Il 11/08/2017 alle 18:24Aggiornato Il 11/08/2017 alle 18:34

Domina invece Dovizioso: "Gran lavoro sulla nuova carena, dobbiamo lavorare sul consumo delle gomme. Sarà decisivo in gara".

Dopo il primo turno di prove libere in vista del Gp d’Austria, la classifica dice che Dovizioso vola sul tracciato di Zeltweg (Red Bull Ring), davanti a Vinales. Male rossi, influenzato e solo 12°.

Valentino Rossi (12°)

“E’ stato un venerdì difficile perché mi aspettavo di essere un po’ più competitivo. Questa mattina è stata dura, anche perché dopo il test di Brno ho passato giorni difficili, mal di gola, mal di testa, e influenza. Nel pomeriggio, sono stato un pò meglio, i dottori mi hanno dato qualcosa che mi ha aiutato e, soprattutto, mi sentivo meglio sulla moto, in particolare in configurazione gara. Purtroppo ci sono curve dove perdiamo molto, mentre lo scorso anno ero andato veloce. Dobbiamo lavorare sodo con la squadra per cercare di essere competitivi. Domani, il primo obiettivo sarà essere tra i primi 10. Oggi con la gomma morbida ho fatto qualche errore”.

Andrea Dovizioso (1° tempo)

“Sono molto contento di come sono andate le cose oggi e non potevamo iniziare meglio il weekend. Gli ingegneri di Ducati Corse hanno fatto davvero un gran bel lavoro con la nuova carena, che in questa pista sta funzionando molto bene, e siamo riusciti ad avvicinarci all’effetto delle ali dell’anno scorso confermando la nostra velocità in due condizioni diverse, sia stamattina che oggi pomeriggio, quando non c’era tanto grip. Adesso però dobbiamo lavorare ancora su alcuni dettagli perché sarà il consumo delle gomme a fare la differenza in gara piuttosto che la velocità, come è già successo lo scorso anno”.

Andrea Dovizioso

Andrea DoviziosoGetty Images

Jorge Lorenzo (5° tempo)

“Oggi non abbiamo potuto approfittare appieno delle due sessioni di prove libere perchè sia alla mattina che al pomeriggio c’erano delle aree della pista ancora umide a causa della pioggia che è caduta durante la giornata. Per questa ragione non sono del tutto soddisfatto, anche se alla fine siamo in quinta posizione e i nostri tempi non sono così lontati da quelli dei primi. Rispetto allo scorso anno, quando le Ducati hanno fatto la differenza su questa pista, adesso i nostri concorrenti sono migliorati e i tempi sono tutti abbastanza vicini, ma se riusciremo a trovare una soluzione che mi consenta di frenare con maggiore fiducia e stabilità credo che domani potremo essere decisamente più veloci”.

Maverick Vinales (2° tempo)

“Secondo me oggi è stato un giorno positivo, ci manca tanto lavoro di elettronica dove possiamo migliorare, ma sono abbastanza soddisfatto. Mi trovo bene sulla moto e dobbiamo migliorare nei settori 2 e 3, secondo me ci manca un po’ di accelerazione in terza e quarta marcia e dobbiamo vedere come risolverlo, la moto si impenna tanto. Ho un buon feeling, nella parte più guidabile la moto si comporta bene, l’accelerazione è più un problema elettronico che possiamo risolvere”.

Maverick Vinales

Maverick VinalesGetty Images

Marc Marquez (6° tempo)

“Rispetto all’anno scorso, siamo partiti con un assetto completamente differente, già provato nei test a Brno: sono più veloce del 2016, ho un buon passo e guido bene. Anche nelle FP2 non sono andato male, lavorando esclusivamente per la gara (Marc non ha cambiato gomma nel finale). Dovizioso è stato il più veloce e ha anche un buon passo, ma noi siamo più vicini: quanto vicini lo scopriremo solo domenica. Ma per il momento sono soddisfatto”.

Video - Pedrosa come James Bond: arriva dal cielo sul Red Bull Ring

03:26
0
0