Getty Images

Dovizioso ci ha preso gusto: vince ancora davanti a Marquez e Pedrosa! Rossi 8°

Dovizioso ci ha preso gusto: vince ancora davanti a Marquez e Pedrosa! Rossi 8°
Di Eurosport

Il 11/06/2017 alle 14:00Aggiornato Il 11/06/2017 alle 16:20

Una super gara del Dovi! Andrea vince ancora a Barcellona, settimo atto del mondiale della MotoGP 2017. Un capolavoro vero di Dovizioso, con una prima fase attendista per poi attaccare e prendere il largo. La Honda si deve arrendere: Marquez è secondo, poi Pedrosa. Quarto un buon Lorenzo. Yamaha in crisi nera col caldo: Rossi 8° e Viñales 10° prendono paga dal team Tech3.

Nella gara più imprevedibile dell'anno arriva la vittoria più bella: Andrea Dovizioso ci ha preso gusto e, dopo aver vinto al Mugello, stravince a Barcellona per una clamorosa doppietta. Un successo importante, meritato, guidato e condotto al meglio. Dovi ha gestito al meglio tutte le difficoltà di oggi: il caldo incredibile e le gomme che hanno fatto le bizze con tutti. E' partito col freno a mano tirato, guardingo dietro alle Honda, poi è passato in testa per prendere il largo e vincere in solitaria.

Alle spalle della Ducati le due Honda sconfitte. Marquez e Pedrosa ci hanno provato a stare attaccati all'italiano, ma dopo metà gara si sono dovute arrendere. Quarto Jorge Lorenzo, partito ancora una volta a fionda per poi crollare nelle retrovie. Nel finale però sfrutta al meglio le gomme dure per arrivare ai piedi del podio.

Capitolo Yamaha: ieri siamo stati dei buoni profeti, immaginando una Barcellona molto simile a Jerez. E' andata proprio così, con Rossi e Viñales sempre ai margini della top ten. Valentino arriva solo ottavo, Maverick decimo. Inoltre le due Yamaha prendono un'enorme paga da entrambe le moto del team Tech3, quinta e sesta.

Seconda vittoria stagione, vittoria fantastica anche in ottica mondiale. Zitto zitto Andrea Dovizioso è a soli 7 punti da Viñales sempre leader del mondiale. Non è più un sogno.

2017, Andrea Dovizioso, MotoGP, Getty Images

2017, Andrea Dovizioso, MotoGP, Getty ImagesGetty Images

Tabellino

POSIZIONE PILOTA MOTO DISTACCO
1 Andrea Dovizioso Ducati -
2 Marc Marquez Honda +3.544
3 Dani Pedrosa Honda +6.774
4 Jorge Lorenzo Ducati +9.608
5 Johann Zarco Yamaha +13.838
6 Jonas Folger Yamaha +13.921
7 Alvaro Bautista Ducati +16.683
8 Valentino Rossi Yamaha +20.821
9 Hector Barberà Ducati +23.952
10 Maverick Viñales Yamaha +24.189

I 5 momenti della gara

- Pronti via e Lorenzo parte a fionda come al Mugello, portandosi in testa davanti alle Honda, Dovizioso, Aleix, Bautista e Folger. Petrucci si schianta contro Marquez e perde terreno, Rossi 11mo, Viñales ancora più indietro.

- Al sesto giro Marquez rompe gli indugi e passa Lorenzo che perde terreno, venendo superato anche da Pedrosa, Dovizioso, Folger e Petrucci.

- Al giro 8 Pedrosa passa Marquez e va in testa. Poco dopo anche il Dovi va davanti al Cabroncito. Dietro Rossi arriva in top ten, mentre Viñales è 12mo.

- Dopo metà gara arriva l'attacco di Dovizioso che passa Pedrosa e prende il largo, poi dopo anche Marquez supera Dani per la seconda piazza. Petrucci è quarto, poi Folger, Zarco, Lorenzo, Bautista, Rossi e Barberà.

- Le ultime tornate sono una passerella per il Dovi. Petrucci cade al penultimo giro, regalando il quarto posto ad un buon Lorenzo in rimonta. Quinto Zarco che batte Folger al fotofinish, Poi Bautista, Rossi, Barberà e Viñales decimo.

Il tweet da non perdere

La statistica chiave

Aragon e Motegi 2010: sono state le ultime due vittorie consecutive della Ducati, marchiate Casey Stoner. Quasi sette anni dopo ci riesce anche Andrea Dovizioso.

Il migliore

Andrea DOVIZIOSO: dopo il capolavoro del Mugello si ripete a Barcellona. Una vera impresa: usa la testa in un weekend a dir poco complicato in termini di caldo e gomme. Guardingo sino a metà gara, prende il largo al momento giusto per vincere in totale solitudine. Ora il mondiale non è più un sogno.

Il peggiore

Maverick VIÑALES: Se a Jerez Rossi gli era stato dietro, oggi è lui il peggiore delle Yamaha in pista. Parte al rallentatore, chiudendo i primi giri addirittura fuori dalla zona punti. Recupera pian piano, raggiungendo la top ten all'ultimo. Prima vera difficoltà di questa stagione, gli servirà per maturare e migliorare ancora.

Video - Auto in mare e diamanti rubati: le 5 storie più folli legate al GP di Monaco

01:03
0
0