Getty Images

Rossi-Marquez-Dovizioso-Viñales, il mondiale al giro di boa: chi ha più possibilità di vincere?

Rossi-Marquez-Dovizioso-Viñales, il mondiale al giro di boa: chi ha più possibilità di vincere?
Di Eurosport

Il 03/07/2017 alle 09:37Aggiornato Il 03/07/2017 alle 09:38

Dopo il weekend del Sachsenring, la MotoGP va in vacanza per oltre un mese, si tornerà tutti in pista a Brno. E' Marc Marquez il leader del mondiale al giro di boa: il Cabroncito ora è di diritto il favorito per il successo finale, ma gli avversari sono sempre molto vicini. I primi quattro sono staccati da soli 10 punti nella generale. Vediamo chi sta meglio e chi ha più possibilità di spuntarla.

Siamo arrivati al giro di boa della stagione 2017 della MotoGP. L'ultimo weekend prima delle vacanze estive va in archivio con Marc Marquez nuovo leader del mondiale. E' il quarto pilota in testa nella classifica, per una stagione assolutamente equlibrata della classe regina. Ora un mese di pausa, 5 settimane utili per tutti per riposarsi, mettere in ordine le idee e ripartire alla grande da Brno.

Continua a regnare l'equilibrio

Se l'anno scorso era stato il mondiale dei tanti vincitori diversi ma di una sola costante, Marc Marquez, nel 2017 vige un perfetto equilibrio. Prima Viñales, poi Rossi e Dovizioso, ora il Cabroncito, questi quattro si sono alternati in testa al mondiale, spartendosi, con Pedrosa, le nove gare di questa stagione.

Una annata con valori molto similari, per colpa/merito di gomme, moto 2016 molto vicine alle 2017, e anche diversi errori: sono tante le cadute dei top rider della disciplina, come tantissimi sono i sorpassi in pista. Le prestazioni altalenanti di tutti hanno creato una classifica estremamente combattuta al giro di boa, con 4 piloti in soli 10 punti: Marquez è in testa, subito dietro Top Gun, poi la sorpresa Dovizioso e, per ultimo, l'eterno Rossi. Ma chi potrà essere il favorito da ora in poi? Chi alla ripresa potrà partire al meglio e battere gli avversari? Analizziamo ogni rider e vediamo chi potrà spuntarla.

MARC MARQUEZ (129 punti, 2 vittorie)

Marc Marquez (Honda)

Marc Marquez (Honda)Getty Images

COSA VA

Nonostante una Honda non perfetta, il Cabroncito è sempre il pilota più costante, quello che è sempre li, che sbaglia tanto in prova ma in gara riesce a limitare gli errori al minimo. Quando ne ha riesce a vincere, quando ha problemi pensa ad arrivare in fondo, infatti come peggior risultato al traguardo ha un sesto posto. E' il campione del mondo in carica, un fenomeno in pista ma anche ragioniere quando serve. Dopo nove gare è tornato in testa al mondiale, ringraziando il Sachsenring, ormai di diritto casa sua. L'anno scorso in estate aveva messo la freccia e preso il largo, quest'anno potrà fare lo stesso. Soprattutto perché gli avversari hanno più problemi di lui.

COSA NON VA

La Honda non è per nulla a posto, è solo grazie a Marc Marquez che si ritrova in testa al mondiale. Ora arriveranno piste difficili per lui, dove il motore degli avversari potrà fare la differenza.

PUO' VINCERE PERCHE'

Dopo il successo in Germania diventa di diritto il favorito per il mondiale. Può vincere perché è un fenomeno, un campione assoluto, il più grande talento in circolazione. Velocissimo in qualifica, bravo a capire quando è il momento di tirare e quando è tempo di difendersi. Inoltre può contare su un compagno di squadra competitivo, uno scudiero utile a stargli dietro e a rubare punti agli altri. Inoltra dove manca grip lui riesce sempre ad avere qualcosa in più, e quest'anno il tema gomme è di primaria importanza.

PISTE FAVOREVOLI/DOVE PUO' SOFFRIRE

Ora si va a Brno e qui ha vinto solo una volta in MotoGP, il caldo però potrebbe dargli una mano. In Austria invece soffrirà, come anche a Silverstone e a Misano. Da Aragon in poi ha le carte in regola per vincere su tutte le ultime piste in calendario.

PERCENTUALE DI VITTORIA

40%

MAVERICK VIÑALES (124 punti, 3 vittorie)

2017, Maverick Viñales, Yamaha, LaPresse

2017, Maverick Viñales, Yamaha, LaPresseLaPresse

COSA VA

E' quello che ha vinto più gare in stagione, un pilota che, quando è tutto al 100%, è forse il migliore di questo 2017. Lo ha dimostrato nelle prime due gare della stagione e a Le Mans.

COSA NON VA

Top Gun ha iniziato la stagione come meglio non poteva, per poi calare pian piano, sino a perdere la leadership nella generale. Un crollo dovuto ai problemi del telaio della sua Yamaha 2017, uno scarso feeling con le gomme Michelin e con l'elettronica. Inoltre il grande caldo e qualche errorino di troppo gli hanno fatto perdere tanti punti.

PUO' VINCERE PERCHE'

Può vincere perché è sfrontato e molto competitivo. Se riesce a ritrovare la fiducia perduta con la moto potrà rimanere attaccato al treno mondiale e provare a dare la zampata vincente. Inoltre la Yamaha sta lavorando tantissimo per risolvere i problemi e, valutando anche le buone prestazioni della Moto 2016, ci sono ampi margini di miglioramento.

PISTE FAVOREVOLI/DOVE PUO' SOFFRIRE

Anche per lui arriveranno piste favorevoli, come Silverstone, Motegi e Phillip Island. Con il caldo di Brno sarà tutto molto complicato, come Spielberg. Da settembre in poi, se non perderà troppi punti nella generale, potrà fare molto bene. Sperando nel lavoro della casa.

PERCENTUALE DI VITTORIA

25%

ANDREA DOVIZIOSO (123 punti, 2 vittorie)

2017, Andrea Dovizioso, GP Catalogna, Getty Images

2017, Andrea Dovizioso, GP Catalogna, Getty ImagesGetty Images

COSA VA

E' la grande sorpresa del mondiale, la nota lieta di quest'inizio di stagione. La Ducati 2017 ha dimostrato di essere solida e prestazionale in tutte le situazioni. La mancanza di grip è stata gestita in maniera perfetta, diventando a tratti la migliore moto di tutte. Anche il caldo non ha dato problemi alla casa di Borgo Panigale. E poi c'è il mitico Desmo-Dovi, mai così competitivo come quest'anno. Sereno, carico, più sicuro di se stesso. E' un grande questo Andrea.

COSA NON VA

Bisogna sicuramente migliorare su circuiti tortuosi come il Sachsenring e privi di grossi rettilinei. Inoltre nei duelli corpo a corpo e quando c'è da tentare l'azzardo, Dovizioso paga dazio nei confronti di Marquez e Rossi.

PUO' VINCERE PERCHE'

Può vincere perché la Ducati ha dimostrato di poter trionfare in diverse situazioni, di poter andare forte in tutte le condizioni di pista. Sfruttando lo strapotere in rettilineo e un po' di fortuna, si può sognare in grande.

PISTE FAVOREVOLI/DOVE PUO' SOFFRIRE

La Repubblica Ceca e l'Austria sono due occasioni da sfruttare a fondo, con qualsiasi condizione climatica. Anche a Misano il Dovi potrà fare bene, mentre dovrà incassare sia ad Aragon che in Giappone, per poi tentare il tutto per tutto a Phillip Island e a Sepang. Grande incognita Valencia.

PERCENTUALE DI VITTORIA

15%

VALENTINO ROSSI (119 punti, 1 vittoria)

Valentino Rossi (Yamaha Factory) - Grand Prix of Netherlands 2017

Valentino Rossi (Yamaha Factory) - Grand Prix of Netherlands 2017Yamaha MotoGP

COSA VA

La prima vittoria è arrivata solo ad Assen, ma grazie a costanti prestazioni ad inizio anno è stato anche in testa al mondiale. E' sempre il solito Valentino Rossi, che con questo nuovo telaio della Yamaha ha ritrovato il sorriso, oltre alla vittoria che mancava da oltre un anno.

COSA NON VA

Sicuramente non va la moto. La Yamaha ha fatto grandi performance, ma anche prestazioni indecenti, come a Jerez e Barcellona. La moto soffre enormemente il caldo, ma non solo: il nuovo telaio comunque non ha risolto tutti i problemi, come dimostrato nella gara tedesca. Ogni weekend fa storia a se, la Yamaha però è veramente incline ad alti e bassi: una volta è il grip, una volta è l'elettronica, una volta sono le temperature troppo alte. Ci sono sempre troppi fattori che condizionano la M1.

PISTE FAVOREVOLI/DOVE PUO' SOFFRIRE

Rossi in carriera ha vinto praticamente ovunque, per cui non ci sono circuiti che non gli piacciono. Sicuramente in Austria farà fatica, come ad Aragon, Motegi e Valencia. Nelle altre potrà lottare per il successo.

PERCENTUALE DI VITTORIA

20%

Video - Marquez in ESCLUSIVA: "I rivali per il titolo? Vinales, Dovizioso e poi Rossi"

00:01
0
0