Honda Motor Co. Ltd

Test Phillip Island: Marquez domina la prima giornata, ma Rossi è subito dietro

Test Phillip Island: Marquez domina la prima giornata, ma Rossi è subito dietro

Il 15/02/2017 alle 09:54Aggiornato Il 15/02/2017 alle 09:55

Con il tempo di 1.29.497, il pilota spagnolo della Honda ha preceduto di appena 0.186 centesimi la Yamaha del Dottore. Terzo miglior tempo per Andrea Iannone, su Suzuki, staccato di 0.429 centesimi da Marquez.

Il campione del mondo Marc Marquez ha dominato la prima giornata di test MotoGp sul circuito di Phillip Island, in Australia. Con il tempo di 1.29.497, il pilota spagnolo della Honda ha preceduto di appena 0.186 centesimi la Yamaha di Valentino Rossi. Terzo miglior tempo per Andrea Iannone, su Suzuki, staccato di 0.429 centesimi da Marquez. Ancora una volta nelle posizioni di testa Maverick Viñales, compagno di box del Dottore, che però si ferma al quarto posto. Nella top ten anche le due Ducati di Daniele Petrucci e Andrea Dovizioso. Il primo ha chiuso con il sesto tempo a 0.765, il secondo con l'ottavo crono di giornata a 0.913. Jorge Lorenzo sull'altra Ducati Team chiude poco distante dalle prime dieci posizioni.

Rischio Rossi a metà prove; il nove volte campione entra alla "Siberia" con le ruote che perdono aderenza; la moto si mette di traverso ma miracolosamente il nove volte iridato resta in piedi e allarga la traiettoria. Nonostante l'inizio difficile, il pilota della Yamaha si conferma più veloce del talentuoso compagno di box. Una prova di forza di Rossi che mette a referto anche 77 giri lavorando sul passo gara. Marquez, Rossi, Iannone e Vinales, chiusi in poco più di 0.4 decimi di secondo, sono gli unici a scendere sotto il muro dell'1.30 nel mercoledì australiano.

Da segnalare un pauroso incidente per Sam Lowes a meno di tre ore dalla bandiera a scacchi. Nessuna grave conseguenza per il portacolori Aprilia Gresini ma la sua RS-GP viene raccolta dai commissari di circuito praticamente distrutta. Caduta senza conseguenza anche alla curva 6 per Alvaro Bautista. La sessione ha visto anche una seconda sospensione a causa dell'ingresso sul tracciato di alcuni animali.

0
0