Getty Images

Valentino Rossi: "5° posto non mi soddisfa ma oggi va bene così, il mondiale è apertissimo"

Rossi: "5° posto non mi soddisfa ma oggi va bene così, il mondiale è apertissimo"

Il 02/07/2017 alle 16:04Aggiornato Il 02/07/2017 alle 16:37

Le dichiarazioni dei protagonisti del Gp del Sachsenring. Marquez al settimo cielo, Dovizioso e Rossi non soddisfatti del risultato ma contenti delle sensazioni in moto. Valentino: "Se fossi partito in seconda fila, il terzo posto poteva essere alla nostra portata. Il campionato è apertissimo e il nuovo telaio funziona molto bene: vado in vacanza sereno e consapevole di potermela giocare".

Rossi: "Se fossi partito in seconda fila avrei potuto lottare con Pedrosa"

" Non possiamo essere contenti di un quinto posto ma per come è andato questo weekend e stamattina posso dire che abbiamo preso il meglio che si potesse fare perché la gara non è stata male. Mi è dispiaciuto non lottare con Vinales, ma lui aveva due decimi di passo in più. Abbiamo scelto la media ed è stata una scelta azzeccata, sono a 10 punti dal campionato ed è tutto aperto e questa è la cosa più importante. La curva 10 mi ha fatto soffrire tutto il weekend, partivamo indietro se ieri avessi avuto 20" in più per fare il giro lanciato con la hard e sarei riuscito a partire in seconda fila con Pedrosa penso avrei potuto starci. Il telaio nuovo non è come il 2016, è un telaio 2017 un po’ modificato. Sono contento di averlo provato perché se oggi avessi avuto il vecchio telaio avrei fatto una gara pessima come a Jerez. Folger era quello che riusciva a far spinnare meno la moto: gli vanno fatti i complimenti. La differenza fra Honda e Yamaha su questa pista è che le Honda vanno meglio e Marquez riusciva a risparmiare tanto la gomma. Comunque la nostra moto non fa così schifo, io e Viñales siamo lì a giocarci il mondiale e bisogna essere ottimisti e lavorare per migliorare. "

Dovizioso: "Pagato l’azzardo della soft, ma qualcosa di buono c'è"

" Oggi abbiamo voluto rischiare anche se non avevamo tanti dati, mi sentivo bene con la morbida e speravamo durasse come una media. Purtroppo non ha funzionato… La posizione non mi soddisfa e così anche il gap con Marquez e la Honda (che su questa pista però un po’ come Austin lascia il tempo che trova) però torno a casa con buone sensazioni perché fino a 16 giri, quando la gomma è calato di botto ero molto veloce in tante curve e questo è importante se vogliamo giocarci il campionato fino in fondo. Questo è un campionato strano, ogni weekend fa storia a sé. Cosa avrei fatto con la medium? Forse mi sarei giocato la quarta posizione, c’erano punti in cui andavo più veloce di Valentino e Maverick ma era giusto azzardare, questa è una pista estrema in cui anche se non vuoi finisci per consumare la gomma su un lato: anche se la conservi ti trovi sulle uova. Era giusto provarci ma ripeto sono comunque abbastanza contento per come ho guidato e le sensazioni avute in pista. Il futuro? Dispiace aver perso la leadership del mondiale ma in generale per il futuro penso che nessuno possa essere sereno perché ogni weekend è imprevedibile e può cambiare tutto. "

Marquez: "Due gare fa ero a -37 ora sono in vetta ora in vetta, successo dedicato ad Hayden"

" E' stata una gara molto veloce, c'è stato un ritmo incredibile. Ho guidato bene sin dall'inizio, poi ho visto Jonas che mi ha superato. Pensavo avrebbe perso ritmo. Ho spinto al massimo ogni giro ma lui continuava ad inseguirmi, negli ultimi giri ho aumentato il ritmo, migliorando i tempi e ho aperto piccolo margine. Sono contento di andare in vacanza in testa al Mondiale era un qualcosa a cui non avrei mai creduto. Tre gare fa eravamo 37 punti indietro. Stiamo facendo un bellissimo campionato e crediamo sempre al nostro lavoro. L’importante è non smettere mai di crederci come stiamo facendo e proseguire in questa ottima annata. Oggi, poi, era una di quelle gare che non potevo non vincere in ottica campionato, per cui tutto perfetto. Dediche? Mi ero ripromesso di dedicare il primo successo ad Hayden e alla sua famiglia, questa vittoria è per loro. "

Folger: "Contentissimo, non mi aspettavo questo risultato"

" "Non me lo aspettavo. Ma sono stato davvero forte sono riuscito a seguire Marquez. Non pensavo di creare un divario sugli altri. Ho cercato di stare dietro a Marc risparmiando le gomme. Poi ho commesso un grande errore alla curva 1. Ho provato a recuperare ma non avevo più le gomme. Pensavo di poterlo battere oggi, avevo buon ritmo. Ma le gomme hanno ceduto. Ma il secondo posto mi rende felicissimo. "

Video - Johann Zarco: i numeri fantastici di un rookie eccezionale

00:50
0
0