Getty Images

Haley, ambasciatrice USA: "La partecipazione dei nostri atleti rimane una questione aperta"

Haley, ambasciatrice USA: "La partecipazione dei nostri atleti rimane una questione aperta"

Il 07/12/2017 alle 17:13Aggiornato Il 07/12/2017 alle 22:45

"La partecipazione degli Stati Uniti alle Olimpiadi invernali del 2018 in Corea del Sud rimane una "questione aperta", lo ha dichiarato Nikky Haley, ambasciatrice USA presso le Nazioni Unite.

A causa delle crescenti tensioni con la Corea del Nord, la partecipazione degli Stati Uniti alle Olimpiadi invernali del 2018 in Corea del Sud rimane una "questione aperta". Lo ha detto in un'intervista a 'Fox News' l'ambasciatrice degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite, Nikki Haley.

" Quello che faremo è assicurarci di prendere ogni precauzione possibile per assicurarci che gli atleti Usa siano in sicurezza e sappiano tutto quello che succede intorno a loro"

Alla domanda se pensasse che sarebbe stato sicuro per gli atleti americani competere a Pyeongchang, Haley ha risposto che "dipende da cosa starà succedendo in quel momento nel paese. Penso che queste saranno questioni che prima o poi saranno all'ordine del giorno. Ma cosa abbiamo sempre detto? Noi non abbiamo paura di niente; viviamo le nostre vite".

Sarah Sanders, portavoce della Casa Bianca, ha però dichiarato che "gli Stati Uniti non vedono l'ora di partecipare ai Giochi olimpici invernali in Corea del Sud nel 2018". Parole che arrivano dopo che sono sorti interrogativi sulla sicurezza nei paesi vicini alla Corea del Nord, che ha recentemente incrementato i test sulle armi. "La protezione degli americani - ha scritto su Twitter - è la nostra massima priorità e siamo impegnati con i sudcoreani e le altre nazioni amiche per garantirla".

Video - Russia esclusa dai Giochi di Pyoengchang 2018: il Cio è inamovibile

00:29
0
0
Ultimi video