Getty Images

L'Italia soffre più del previsto ma batte la Bielorussia e centra il secondo successo all'Europeo

L'Italia soffre più del previsto ma batte la Bielorussia e centra il secondo successo all'Europeo

Il 23/09/2017 alle 20:22Aggiornato Il 23/09/2017 alle 20:34

Dopo il successo di ieri all'esordio contro la Georgia, le azzurre battono anche la Bielorussia e si giocheranno il primo posto nel girone con la Croazia. Qualche spavento per la squadra di Mazzanti che ha ceduto il terzo set con De Gennaro fuori per problemi alla schiena..

Continua a vincere l’Italia di Mazzanti e dopo il 3-0 inferto alla Georgia ieri, nella partita di esordio degli Europei 2017 di volley femminile, è arrivato oggi il 3-1 contro la Bielorussia (27-25, 25-18, 18-25, 25-21). Le azzurre oggi hanno sofferto troppo, non riuscendo a esprimere una grande pallavolo e commettendo diversi errori che hanno permesso alla Bielorussia di avvicinarsi pericolosamente. Da Tbilisi sono arrivati segnali poco confortanti e la nostra Nazionale ha faticato troppo per avere la meglio su una formazione tutt’altro sbalorditiva.

Domani alle 18 affronteremo la Croazia di Fabris e Barun, sulla carta l’avversaria più temibile dell’Italia anche se ieri ha perso 2-3 con la Bielorussia e oggi ha vinto a fatica con la Georgia 3-1. Alla luce dei risultati di oggi all’Italia basterà vincere due set per andare dritta ai quarti di finale.

Davide Mazzanti ha messo in campo lo stesso sestetto di ieri, preferendo ancora far riposare Lucia Bosetti (entrata solo nel terzo set per pochi scambi) e schierando titolare Valentina Tirozzi (9 punti) accanto a Caterina Bosetti (7 punti, 2 muri e 2 aces). Alessia Orro non ha brillato, sostituita da Carlotta Cambi alla fine del secondo set. Paola Egonu è stata la top scorer delle azzurre con 16 punti, al centro buona prova sul finale della capitana Cristina Chirichella (5 punti, 1 muro, 2 aces) accanto a Raphaela Folie (6 punti), che ha chiuso l’incontro. Moky De Gennaro ha lasciato il campo nel terzo set a causa di dolori alla schiena, sostituita da Beatrice Parrocchiale.

Il primo set non inizia bene per le azzurre che sbagliano troppo e vanno al primo time out tecnico sotto 7-8, la Bielorussia continua ad approfittare dei passi falsi dell’Italia e si porta avanti di 3 punti sul 9-12, poi un attacco di Egonu e uno di Tirozzi ci riportano in vantaggio 18-16. Una spenta Chirichella è sostituita da Bonifacio sul 21-18, ma l’Italia soffre e sul 23-23 fa tornare la capitana che segna il 24° punto. Il set si chiude ai vantaggi con i punti di Folie ed Egonu, che chiude sul 27-25.

Inizia meglio il secondo set, il gioco dell’Italia è più fluido e si distingue Folie con un buon rendimento sia in battuta, sia coi primi tempi offerti dalla Orro. La Bielorussia si riavvicina sull’11-9 dopo un errore della nostra palleggiatrice che viene sostituita da Cambi. I muri di Bosetti prima e Egonu poi ci portano sul 18-14. L’Italia mostra più qualità e allunga, fino al 23-18 firmato Caterina Bosetti. Un ace di Chirichella aiutata dal nastro e un muro ancora di Bosetti ci portano alla vittoria del secondo set 25-17.

Nel terzo set resta Cambi in campo, ma la nostra Nazionale non trova continuità, le attaccanti non sono servite con precisione e fanno fatica a mettere i palloni a terra. La Bielorussia si porta in vantaggio fin da subito e Mazzanti gioca ancora la carta Bonifacio. Sull’11-13 De Gennaro accusa problemi alla schiena e Parrocchiale prende il suo posto. Due aces della Bielorussia portano il risultato sull’11-16 e le azzurre continuano a non trovare la chiave di lettura della partita. Sul 15-20 entra Lucia Bosetti al posto della sorella Caterina e poco dopo Loda al posto di Tirozzi, ma la Bielorussia se ne va e il set finisce 18-25.

Continuano a giocare punto a punto le squadre nel quarto set, tra buone difese di Parrocchiale e Bosetti e qualche errore di troppo in attacco. Al primo time out tecnico l’Italia va in vantaggio 8-7. Un po’ di confusione in campo, poi ci portano avanti Egonu e Chirichella, che torna in partita e segna due punti consecutivi che danno sicurezze alla squadra. Sono loro che macinando punti portano l’Italia sul 20-13. Nel finale ancora qualche sbavatura fa riavvicinare la Bielorussia, ma non abbastanza e le azzurre chiudono 25-21 dopo un primo tempo di Folie.

di Marta Mulé

Video - Un anno dopo: l'Italvolley fa sognare ed è ancora argento olimpico

06:16
0
0