From Official Website

Dopo un'estate tormentata, Zaytsev è pronto al riscatto con Perugia

Dopo un'estate tormentata, Zaytsev è pronto al riscatto con Perugia

Il 13/10/2017 alle 14:27

Dal nostro partner OAsport.it

L’estate travagliata di Ivan Zaytsev è ormai alle spalle, è lui stesso ad avere ammesso di voler voltare pagina rispetto a tutto quello che è successo con gli sponsor, che ha portato alla sua esclusione dalla Nazionale. Con tanta grinta lo Zar si appresta a iniziare la sua nuova stagione di Superlega a Perugia con cui intanto, la settimana scorsa, ha conquistato il primo riconoscimento della storia della società, ovvero la vittoria della Supercoppa Italiana. Il trofeo sicuramente ha dato già grandi stimoli e conseguenti responsabilità ai giocatori di Lorenzo Bernardi, che adesso devono continuare a dare risposte concrete sul campo. La formazione perugina ha dimostrato di essere davvero convincente, determinata e competitiva, potendo contare su campioni di altissimo livello. Lo Zar in questo sestetto sarà una pedina fondamentale, qui giocherà ancora una volta come schiacciatore, perciò non solo i suoi attacchi micidiali, ma anche il suo rendimento in difesa sarà importante per dare equilibrio alla squadra.

Il fatto che non sia stato impegnato con la Nazionale per gli Europei gli ha permesso di fare una preparazione mirata al campionato, cui arriva al top della condizione, motivo per cui le aspettative saranno alte fin da subito. Gli obiettivi del Presidente Gino Sirci sono giustamente ambiziosi, avendo investito tanto e in modo così accurato sul mercato. Il campo, nell’unica uscita post estate, ha già mostrato che la squadra è ben amalgamata grazie al fatto che ci sono state tante riconferme rispetto alla passata stagione (De Cecco, Atanasijevic, Russell, Podrascanin), in più sono arrivati rinforzi importanti come Simone Anzani al centro e Max Colaci come libero.

Ivan Zaytsev vuole tornare a vincere uno scudetto, il suo ultimo e unico risale al 2014 con la maglia della Lube, prima di espatriare in Russia. Da allora tanto è cambiato, c’è stata la nascita di suo figlio Sasha, l’estate del boom nel 2016 quando ha vinto con la Nazionale la medaglia d’argento olimpica e ha ottenuto anche un successo mediatico eccezionale, le esperienze televisive. Adesso che è tornato in Italia e che ha avuto un periodo di assestamento, questo potrebbe essere l’anno giusto per arricchire il suo palmares. Per lui sarebbe anche un riscatto dopo le delusioni in Azzurro, l’occasione per rifarsi dopo un periodo di stop forzato e una situazione che, comunque, speriamo possa risolversi per il futuro.
Adesso però l’attenzione è tutta per la Superlega che parte domenica più agguerrita che mai, con quattro favorite e outsider pericolose. Lo Zar sembra aver trovato un’ottima sintonia con Luciano De Cecco e, dopo anni in cui ha giocato come opposto, con la presenza di Atanasijevic ha dovuto spostarsi in posto 4 e lavorare per migliorare in difesa, ma i risultati visti in Supercoppa sono parecchio incoraggianti in questo senso. Non resta che attendere la prima di campionato in cui la Sir Safety sarà impegnata in casa contro la Kioene Padova: al PalaEvangelisti l’entusiasmo sarà alle stelle e Zaytsev vorrà dare il massimo fin da subito per spingere i suoi compagni verso il primo successo in campionato.

0
0