Getty Images

Cappai, Mangiacapre e Serra centrano i quarti e il pass per i Mondiali di Amburgo

Cappai, Mangiacapre e Serra centrano i quarti e il pass per i Mondiali di Amburgo

Il 19/06/2017 alle 20:29Aggiornato Il 19/06/2017 alle 21:42

Dal nostro partner OAsport.it

Si è da poco conclusa la quarta giornata dei Campionati Europei di boxe 2017, attualmente in corso di svolgimento sui ring ucraini di Kharkiv: il bilancio complessivo di quest’oggi per i colori azzurri parla di tre vittorie e due sconfitte. A passare il turno sono stati Federico Serra nella categoria 49 kg, Manuel Cappai nei 52 kg e Vincenzo Mangiacapre nei 69 kg, tutti e tre qualificati ai quarti di finale ed anche ai prossimi Campionati Mondiali di Amburgo, visto che il continente europeo avrà otto posti a disposizione per ciascuna divisione di peso. Il minimosca Serra ha nettamente sconfitto il polacco Jakub Slominski con un sonoro 5-0, ed ora dovrà vedersela con il numero due del seeding, lo spagnolo Samuel Carmona Heredia, vincitore a sua volta per 5-0 sul bulgaro Tinko Banabakov.

Il mosca Cappai ha sorpreso tutti battendo per 5-0 il campione mondiale in carica, l’azero Elvin Mamishzada, numero uno del tabellone e grande favorito della vigilia: la sua strada dovrebbe ora essere in discesa contro l’inglese Niall Dean Farrell, reduce da un successo per 5-0 nel derby contro lo scozzese Reece McFadden. Quanto al welter Mangiacapre, il campano si è guadagnato un successo con verdetto unanime ai danni del lo sloveno Andrej Baković, ed incrocerà i guantoni con il tedesco Abass Baraou, che si è imposto per 4-1 sul greco Alexandros Tsanikidis.

Detto dei successi, veniamo ora alle note dolenti. Tra i pesi supermassimi (+91 kg), Guido Vianello è stato sconfitto per 3-2 dal russo Maxim Babanin, mentre il peso superleggero Paolo Di Lernia (69 kg), già vincitore di un incontro in questa rassegna continentale, ha subito una battuta d’arresto contro il lituano Evaldas Petrauskas, già bronzo olimpico a Londra 2012: anche in questo caso, il verdetto è stato di 3-2.

Questo il commento del coach azzurro Emanuele Renzini al termine della giornata di combattimenti: “Federico ha fatto una grande prestazione, partendo molto, anzi troppo forte. Aveva una gran voglia di vincere. Dalla seconda ripresa, su suggerimento dell’angolo, ha cominciato a gestirsi, mantenendo comunque il controllo del match. Vittoria meritatissima la sua, che gli regala anche il pass mondiale. Ho grandi difficoltà a commentare il match di Di Lernia, che ha vinto nettamente le prime due riprese, perdendo forse la terza. Avrebbe meritato nettamente di passare il turno, ma purtroppo è andata diversamente. Vianello, a mio avviso, è tecnicamente e atleticamente superiore a Babanin, che però è forse un po’ più esperto. Guido ha sentito troppo il match, non riuscendosi a esprimere ai suoi livelli e subendo la tattica dell’avversario. Passando a Cappai, non posso che fare i complimenti al ragazzo per il capolavoro che ha fatto surclassando tre riprese su tre il Campione del Mondo in carica Mamishzada. Se manterrà questo stato di forma, ci sarà da divertirsi con Manuel“.

RISULTATI

giulio.chinappi@oasport.it

Video - Conor McGregor nella storia: campione di piuma e leggeri in contemporanea

01:19
0
0