Reuters

Habana nella leggenda: “Ma non fate paragoni con Lomu”

Habana nella leggenda: “Ma non fate paragoni con Lomu”

Il 08/10/2015 alle 17:19Aggiornato Il 08/10/2015 alle 17:34

L’ala degli Springboks ha realizzato 15 mete nella Coppa del Mondo, eguagliando il record dell’ex campione degli All Blacks, che il giovane Bryan ammirò nel 1995 in Sudafrica. Ma non chiedetegli chi è il più forte dei due….

« Non penso che mi si possa accostare a Jonah Lomu, per tutto quello che ha fatto per il rugby » : sì, Bryan Habana entra a pieno titolo nella storia della Coppa del Mondo di rugby, soprattutto dopo aver raggiunto a quota 15 mete la leggenda Jonah Lomu a quota 15 mete mondiali. Ma non chiedetegli chi è meglio tra lui e l’All Blacks. Non vi degnerà di risposta.

Habana ha messo a segno 8 mete nella Coppa del Mondo 2007, quella vinta dagli Springboks, eguagliando il primato di Jonah Lomu del 1999. 2 nel 2011 in Nuova Zealanda, e per ora è a quota 5 nel 2015. “E’ stato un modello per me. Lo vidi demolire l’Inghilterra alla Coppa del Mondo 1995 e diventare una star mondiale… Non dimenticherò mai quella competizione, io ero lì a raccogliere autografi…”. Sul suo record: “Ci fissiamo degli obiettivi, ma prima di tutto viene la squadra”.

« Complimenti, fratello, sei un grande ambasciatore di questo gioco. Che Dio benedica te e la tua famiglia”. Jonah Lomu non ha mancato di omaggiare il suo collega di record, che gli ha prontamente risposto : « La sua capacità di marcare mete, la sua potenza e il suo dominio nel gioco erano veramente eccezionali. Non era solamente un eroe e un modello per me, ma anche un incredibile professionista e un uomo immenso e umile, sia in campo che fuori”.

15 mete in 11 partite disputate alla Coppa del Mondo per Lomu; 15 in 15 partite per Habana. E ancora qualche partita per rendere il bottino più imponente.

Non solo: Bryan Habana con le tre mete agli Stati Uniti ha ugugliato un’altra leggenda del rugby, l’australiano David Campese, a quota 64 mete totali. Ora manca il record generale: quello del giapponese Daisuke Ohata, autore tra il 1996 e il 2006 della bellezza di 69 mete. Ancora 5 mete, Bryan…

0
0