AFP

Inghilterra a caccia del secondo Grande Slam e del record di vittorie

Inghilterra a caccia del secondo Grande Slam e del record di vittorie

Il 16/03/2017 alle 10:12

Dal nostro partner OAsport.it

Gli appassionati di rugby si apprestano a vivere l’ultimo weekend del Sei Nazioni 2017, un appuntamento che non ha mancato ancora una volta di regalare spettacolo ed emozioni, anche se il trofeo conquistato già la settimana scorsa dall’Inghilterra grazie all’affermazione sulla Scozia toglie sicuramente un pochino di suspense alle partite dell’ultima giornata.

Le ultime di formazione

Nessun cambio nelle fila del Galles impegnato contro la Francia in una sfida fondamentale per quanto riguarda il ranking mondiale: in caso di vittoria dei Dragoni e di contemporaneo trionfo dell’Inghilterra ai danni dell’Irlanda, infatti, gli uomini allenati da Warren Gatland si isserebbero al quarto posto della graduatoria, un dettaglio da tenere in considerazione se si considera che a maggio avverrà l’estrazione dei gironi per la Coppa del Mondo 2019. Ken Owen poterà festeggiare la 50ma presenza con la maglia della Nazionale, mentre Moriarty viene preferito a Faletau in terza linea come già accaduto negli impegni precedenti. I transalpini, dal canto loro, provengono dal netto successo contro l’Italia allo Stadio Olimpico di Roma, utile a conferire morale ad un gruppo giovane ed inesperto ma di ottime prospettive considerate le premesse maturate in questa edizione del Torneo.

19 vittorie: meglio degli All Blacks

L’Aviva Stadium di Dublino farà da cornice sabato 18 marzo il prestigiosissimo confronto tra i padroni di casa dell’Irlanda e i freschi vincitori del titolo dell’Inghilterra, capace di siglare uno storico back to back nella manifestazione e alla ricerca inoltre del secondo Grand Slam di fila. Un’eventuale vittoria consentirebbe ai ragazzi guidati da Eddie Jones anche di scavalcare gli All Blacks in ordine al maggior numero di trionfi consecutivi (19). I beniamini del pubblico saranno chiamati invece ad onorare fino all’ultimo un Sei Nazioni piuttosto discontinuo, perfettamente esemplificato dalla sonora lezione rimediata in casa del Galles nel turno precedente. Nonostante una situazione un pochino complicato, c’è da stare comunque certi che i Verdi tenteranno in ogni modo di mettere i bastoni fra le ruote ai rivali, nella speranza che a beneficiarne sia soprattutto lo spettacolo all’interno di uno scenario a dir poco favoloso.

simone.brugnoli@oasport.it

Video - Italia-Francia 5-28, gli highlights della partita

03:17

0
0