AFP

L'Italia tocca il fondo: 0 punti in Scozia e 0 punti nel Sei Nazioni 2017

L'Italia tocca il fondo: 0 punti in Scozia e 0 punti nel Sei Nazioni 2017

Il 18/03/2017 alle 20:40

L'Italia chiude il Sei Nazioni 2017 con la quinta sconfitta in cinque uscite: a Murrayfield gli azzurri partono male, sbagliando tre calci su tre e non riescono più a raddrizzare il match contro una Scozia non bella ma cinica. Finisce 29-0 per i padroni di casa: per gli azzurri 0 punti in classifica nel torneo.

Una sconfitta cruda e senza spazio per sorrisi di sorta. Nell'ultimo episodio del Sei Nazioni 2017 è la Scozia a fare la partita: l'ovale è praticamente sempre in mano ai padroni di casa, l'Italia fatica in fase di conquista e - come successo già in passato - placca male. Gli scozzesi mettono nel mirino Canna in attacco e il numero 10 azzurro sembra risentirne anche dall'altra parte del campo: tre calci a disposizione e tre errori nel solo primo tempo. Uno spreco che l'Italia paga caro, visto che invece i Cardi colpiscono ogni volta che possono. Due mete un calcio e nella prima frazione sono avanti 15-0. Nella ripresa la musica cambia: gli azzurri premono tanto, ma ancora una volta non riescono a concretizzare, nonostante l'uomo in più. E allora è ancora la Scozia ad approfittarne di nuovo: Visser prima, Seymour poi fanno esplodere di gioia il popolo di Murrayfield. Il popolo italiano invece abbozza: per il secondo anno di fila l'Italia chiude con 0 vittorie al Sei Nazioni e anche con 0 punti in classifica.

La cronaca:

La pioggia è la principale protagonista dell'inizio del match a Murrayfield: i primi tre punti del match sono della Scozia, che pigia subito il piede sull'acceleratore: Stuart Hogg centra i pali da quasi 50 metri. L'Italia gioca ordinata, cerca molto il gioco tattico e la rimessa laterale, anche se arriva qualche rubata di troppo. Ancora Canna cerca di guadagnare metri con il calcio lungo: Lovotti però spreca la chance, facendosi ingabbiare dagli avversari. Al 19' ecco la chance per gli azzurri: Carlo Canna però non centra i pali da posizione favorevole. La Scozia a metà tempo accelera di nuovo: Huw Jones scivola, Tim Visser commette in-avanti, e così la prima marcatura pesante dei padroni di casa sfuma. Bisogna aspettare il minuto 28 ed ecco la meta: l'Italia regge per un po' ma poi Finn Russell trova il varco. 10-0 grazie alla trasformazione dello stesso n.10 scozzese. Un colpo proibito a Parisse ci dà un'altra chance dalla piazzola, ma ancora una volta Canna sbaglia mira. In difesa l'Italia soffre tanto: al 38' arriva anche la seconda marcatura scozzese, con Ali Price che alza l'ovale nell'area di meta, arriva Matt Scott che raccoglie e schiaccia in meta. L'Italia torna negli spogliatoi senza punti a referto: Canna sbaglia il terzo calcio su tre tentativi, e la Scozia è avanti 15-0.

La prima notizia del secondo tempo è il sole che fa capolino dalle parti di Murrayfield. L'Italia sembra goderne dei benefici: Angelo Esposito sfiora la meta per un soffio, successivamente la Scozia perde un uomo (Barclay) per cartellino giallo. Gli azzurri premono, ma purtroppo per noi la difesa scozzese regge: Padovani ha la palla della meta, ma gli sfugge sul più bello. Nonostante l'uomo in più, gli azzurri non riescono a pungere nei 10 minuti successivi, anzi la Scozia riesce ad alzare il proprio baricentro. La Scozia, appena torna in XV, colpisce di nuovo: è Visser a compiere un bel numero da terra e a schiacciare in meta. Nel finale si attende solo la quarta meta scozzese, quella del bonus: ed ecco che arriva al 74' con la firma di Seymour. Scozia vittoriosa e fiduciosa, Italia con il morale a terra.

Il tabellino di Scozia-Italia:

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Huw Jones, 12 Alex Dunbar, 11 Tim Visser, 10 Finn Russell, 9 Ali Price, 8 Ryan Wilson, 7 Hamish Watson, 6 John Barclay (c), 5 Jonny Gray, 4 Grant Gilchrist, 3 Zander Fagerson, 2 Ross Ford, 1 Gordon Reid. Panchina: 16 Fraser Brown, 17 Allan Dell, 18 Simon Berghan, 19 Tim Swinson, 20 Cornell Du Preez, 21 Henry Pyrgos, 22 Duncan Weir, 23 Matt Scott. all. Cotter

Italia: 15 Edoardo Padovani, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Luke McLean, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Carlo Canna, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse (c), 7 Abraham Steyn, 6 Maxime Mata Mbanda’, 5 George Biagi, 4 Marco Fuser, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Ornel Gega, 1 Andrea Lovotti. Panchina: 16 Leonardo Ghiraldini, 17 Sami Panico, 18 Dario Chistolini, 19 Andries Van Schalkwyk, 20 Federico Ruzza, 21 Francesco Minto, 22 Marcello Violi, 23 Luca Sperandio. all. O’Shea

Arbitro: Gauzere (Francia)

I punti: 4' Hogg (SCO); 28' meta e tr. Russell (SCO); 39' meta Scott (SCO). 61' meta Visser (SCO), tr. Russell (SCO), 74' meta Seymour (SCO), tr. Russell (SCO)

Cartellini: 49' giallo a Barclay (SCO)

...

Video - Rugby vs calcio: le differenze tra due sport vicini e lontani

01:06
0
0