LaPresse

O'Shea "La strada è ancora lunga". Parisse "Non abbiamo già mollato"

O'Shea "La strada è ancora lunga". Parisse "Non abbiamo già mollato"

Il 11/03/2017 alle 16:31Aggiornato Il 11/03/2017 alle 19:44

C'è delusione nel post-partita di Italia-Francia e non può essere altrimenti visto il risultato finale, duro nonostante una prestazione volenterosa degli azzurri.

Conor O'Shea (ct Italia)

" E' molto difficile parlare dopo questa partita. Loro sono una buona squadra. La nostra strada è dura, ma con passione e intenzione dobbiamo cambiarla. Il risultato è questo, anche se abbiamo fatto bene oggi. "

Sergio Parisse (capitano Italia)

" Gli ultimi 20 minuti abbiamo subito diversi punti. Sono i dettagli che cambiano la partita: magari con la meta di Bronzini sarebbe cambiato qualcosa. Il risultato è pesante alla fine. A caldo è difficile, ma quando si prendono 40 punti è dura. Sull'uno contro uno ci hanno messo in difficoltà, in mischia lo stesso, non siamo stati all'altezza. Non ci manca la voglia di combattere, ci manca un po' lo stare in partita, in Nazionale è sempre difficile. Siamo lo specchio del rugby italiano, abbiamo doti, ma anche debolezze. Al caldo è difficile tirare conclusioni. Non ho mai visto nessuno scendere in campo senza dare il massimo. "

Simone Favaro (Italia)

" Abbiamo sofferto la loro fisicità, il loro ritmo, una cosa sulla quale dovrò lavorare per rialzare la testa in vista della prossima partita. "

Alfredo Gavazzi (presidente FIR)

"Dobbiamo continuare sulle nostre convinzioni, dobbiamo pensare che per migliorare non basta un Sei Nazioni. Abbiamo visto cose interessanti. Flaminio? Sarebbe interessante riaverlo e ripristinarlo: sarebbe bello poterlo recuperare. Al momento è solo un'idea. "

Video - Rugby vs calcio: le differenze tra due sport vicini e lontani

01:06
0
0