Other Agency

Venditti, dal Sei Nazioni alla laurea in Scienze dell'Alimentazione

Venditti, dal Sei Nazioni alla laurea in Scienze dell'Alimentazione

Il 13/03/2017 alle 22:58

L’ala della Nazionale e delle Zebre a due giorni dal match all'Olimpico contro la Francia ha discusso oggi la tesi e si è laureato in Scienze dell'Alimentazione all'Università San Raffaele di Roma: "Sono felice di essere riuscito a coniugare efficacemente il mio percorso di atleta internazionale con quello di studente universitario. Ora testa alla Scozia, vogliamo riscattare il ko con la Francia".

Laurearsi è già di suo complicato farlo mentre stai giocandoti il Sei Nazioni non è assolutamente da tutti. Giovanbattista Venditti quest’oggi è riuscito a tagliare questo traguardo. L’ala della Nazionale Italiana e delle Zebre è stato proclamato Dottore in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia dal Magnifico Rettore dell’Università San Raffaele di Roma Enrico Garaci.

Il trequarti abruzzese della Nazionale, 27 anni il prossimo 27 marzo, ha discusso in mattinata la propria tesi dal titolo, a nemmeno quarantotto ore dalla partita di sabato all’Olimpico contro la Francia e nel pieno della preparazione al test contro la Scozia che il prossimo 18 marzo al Murrayfield di Edinburgo concluderà il cammino dell’Italia nel Torneo 2017.

Una Nazionale di "dottori"

Con una votazione di 100/110, Venditti ha concluso il proprio percorso accademico iniziato, primo atleta nella storia della Nazionale a discutere la tesi di laurea in pieno 6 Nazioni: il popolare “Giamba” si aggiunge agli altri dottori del gruppo azzurro George Biagi, Lorenzo Cittadini, Leonardo Ghiraldini, Luke McLean ed Andries Van Schalkwyk.

" Voglio ringraziare Conor (O'Shea, ndr) e tutto lo staff per avermi permesso di discutere la tesi nel corso del raduno e l’Università San Raffaele per tutto il supporto che mi ha garantito in questi anni di frequentazione. Sono felice di essere riuscito a coniugare efficacemente il mio percorso di atleta internazionale con quello di studente universitario e di aver conseguito la laurea in una materia che, una volta concluso il mio percorso sportivo, mi permetterà di continuare a lavorare nell’ambiente che amo, contribuendo da una differente angolazione alla crescita del nostro movimento. "

Chiuso questo percorso nel migliore dei modi Venditti è pronto a rituffarsi in vista dell'ultimo impegno contro la Scozia, dove l'imperativo sarà dare tutto...

" Ci tenevamo a far bene, le belle cose fatte con l’Inghilterra richiedevano una concretizzazione, ammette Venditti. Invece ancora una volta è passato il messaggio che nel secondo tempo noi paghiamo. E’ stata una brutta sconfitta, contavamo di fare decisamente meglio, invece abbiamo giocato al di sotto delle aspettative. In Scozia servirà tanto orgoglio per andare a fare una grande prestazione per 80 minuti. Anche loro vengono dalla brutta sconfitta in Inghilterra, quindi saranno feriti e vorranno riscattarsi: dovremo farci trovare pronti. Non è solo una questione di condizione fisica, serve uno scatto mentale"

Video - Sei Nazioni 2017, Italia-Francia 18-40, gli highlights

02:33

0
0