Eurosport

Calvisano batte 11-10 Rovigo: quinto titolo in archivio

Calvisano batte 11-10 Rovigo: quinto titolo in archivio

Il 30/05/2015 alle 20:48Aggiornato Il 30/05/2015 alle 21:49

L'85° scudetto del rugby va al Cammi Calvisano: la riedizione della finale del 2014 vede uscire vincitori ancora i gialloneri bresciani, che si impongono di misura sui Bersaglieri rossoblù

Una partita a senso unico nel primo tempo, che Calvisano gestisce e conduce in porto nonostante la rimonta degli avversari di Rovigo. Il Cammi vince 11-10 e fa suo lo scudetto 2015, bissando quello dello scorso anno e portandosi a quota 5 nella sua storia. Per la Femi-CZ prosegue la rincorsa al 12° titolo, atteso da 25 anni.

Il successo dei bresciani arriva in fondo ad ottanta minuti da ricordare nella storia del rugby italiano, con la squadra di Gianluca Guidi - in inferiorità numerica per quasi tre quarti della gara per un cartellino rosso mostrato da Mitrea al pilone Costanzo per stamping – applaudita a fine gara dal pubblico di Rovigo.

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – sabato 30 maggio

Eccellenza, Finale Titolo

Femi-CZ Rovigo v Cammi Calvisano 10-11

Marcatori: p.t. 4’ cp. Seymour (0-3); 17’ m. Di Giulio (0-8); 37’ cp. Seymour (0-11); s.t. 4’ cp. Basson (3-11); 38’ m. Mahoney tr. Basson (10-11)

Femi-CZ Rovigo: Basson; Menon (21’ st. Mahoney), Majstorovic, Van Niekerk, McCann; Rodriguez, Bronzini; De Marchi (19’ st. Lubian E.), Caffini, Ruffolo; Ferro (cap.), Boggiani; Roan (21’ st. Ravalle), Ceccato, Quaglio (33’ st. Roan)

all. Frati

Cammi Calvisano: Chiesa; Di Giulio (29’ pt. Panico), Bergamo (39’ st. Buscema), Castello (cap, 26’ st. Castello), Rokobaro; Seymour, Violi M.;  Steyn, Mbandà, Belardo; Beccaris, Cavalieri; Costanzo (27’ st. Ngawini), Ferraro, Morelli

all. Guidi

arb. Mitrea

g.d.l. Rizzo, Roscini

quarto uomo: Brescacin

0
0