Eurosport

I Crociati chiudono il 2010 in testa

I Crociati chiudono il 2010 in testa
Di Eurosport

Il 04/12/2010 alle 20:20Aggiornato Il 05/12/2010 alle 16:40

I Crociati Parma vincono lo scontro per il vertice contro Prato (25-18); la Femi-CZ Rovigo ed il Petrarca Padova rimangono in corsa per la vetta della classifica dell’Eccellenza dopo l’ottavo turno di andata

Sono i Crociati targati BancaMonteParma a chiudere il 2010 in vetta alla classifica del Campionato Italiano d’Eccellenza: nel posticipo dell’ottava giornata, la squadra allenata dall’ex mediano di mischia azzurro Filippo Frati ha superato per 25-18 gli Estra I Cavalieri Prato, scalzando i toscani dalla prima posizione. Ottanta minuti di gioco avvincente, con le due squadre che si sono più volte alternate al comando di una partita decisa a favore del XV di casa dal piede del mediano d’apertura Anversa, impeccabile dalla piazzola con sette centri su altrettanti tentativi.

    I Bersaglieri di Polla Roux espugnano un campo difficile come il “Giulio Onesti” di Roma, casa della Mantovani Lazio, con il risultato di 10-23: decisivo l’avvio di partita, con una meta del flanker rodigino Montauriol trasformata da Bustos ed un piazzato dello stesso mediano d’apertura rossoblù nel primo quarto d’ora che fanno pendere l’ago della bilancia di un match combattuto dalla parte degli ospiti.

    Vince in casa invece il Petrarca Padova, che al “Plebiscito” supera per 14-6 l’HBS GranDucato Parma che però, nonostante la sconfitta, si mantiene ancora nella scia delle prime quattro della classifica: a decidere un match caratterizzato soprattutto dai piazzati e dal gioco al piede dell’apertura padovana Walsh e dell’estremo dei ducali Jones è la meta dell’ala petrarchina Steven Bortolussi alla mezzora del primo tempo, decisiva per il successo del XV di casa. Sul finire di gara, Walsh nega agli ospiti il punto bonus con un nuovo piazzato che fissa il risultato sul 14-6 finale.

    Conferma il sesto posto la Futura Park Rugby Roma, che regala un nuovo dispiacere al Casinò di Venezia, battuto in casa per 10-21 e sempre più solo in fondo alla classifica: i lagunari concedono due mete-fotocopia da mischia chiusa al terza linea della Roma Cicchinelli nel primo tempo, reagiscono ma vengono puniti in avvio di ripresa da una perdita di possesso sulla metà campo e solo nel finale mettono a segno una meta che non evita agli oroamaranto di perdere ulteriore terreno dalle dirette concorrenti nella lotta per la salvezza.

    Nella sfida diretta del “Fattori”, infatti, L’Aquila cade in casa contro il Marchiol Mogliano che si aggiudica con il risultato finale di 21-26 una gara non sempre entusiasmante ma di certo equilibrata: i veneti – al terzo successo nelle ultime quattro gara – salgono al settimo posto con sedici punti, mentre L’Aquila, che conquista un punto bonus grazie al passivo ridotto, rimane penultima ma con sei punti di margine sul fanalino di coda Venezia.

    L’Eccellenza torna a fermarsi per lasciare spazio al terzo e quarto turno dell’Amlin Challenge Cup ed alle vacanze natalizie: si torna in campo con la nona ed ultima giornata del girone d’andata nel week-end dell’8-9 gennaio 2011.

    0
    0