Eurosport

Brignone: “Una medaglia olimpica significherebbe moltissimo. Chi si dopa deve stare a casa"

Brignone: “Una medaglia olimpica significherebbe moltissimo. Chi si dopa deve stare a casa"

Il 06/12/2017 alle 12:15Aggiornato Il 06/12/2017 alle 16:38

Dal nostro partner OAsport.it

Eurosport Player : Segui l’evento LIVE

Guarda Eurosport

Una Federica Brignone a 360° quella che, intervistata da Tuttosport, esprime i propri propositi per la stagione di Coppa del Mondo 2017-2018 pensando ovviamente al massimo traguardo rappresentato dalle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang 2018.

Azzurra che, costretta a saltare l’esordio nel gigante di Soelden (Austria), sta cercando di ritrovare la condizione migliore essendo atleta abituata a caricare molto in allenamento per esprimersi al 100%: “Sono andata a sciare in Val di Fassa, per fare qualche allenamento con gli sci lunghi da superG – sottolinea la sciatrice nostrana – Dopo quello che è successo a Poisson a Nakiska è diventato complicato allenarsi nelle discipline veloci“, sottolinea la Brignone ricordando la tragica scomparsa dell’atleta francese.

Tuttavia, la buona prova fornita (quinto posto) nel ritorno a Killington (Stati Uniti) ha dato modo a Federica di riacquistare un minimo di fiducia anche in vista dei Giochi in Corea del Sud:

" Una medaglia significherebbe tantissimo. Anche perché nello sci di certezze non ce ne sono, può succedere di tutto. Io vorrei allenarmi al meglio, ottenere buoni risultati in Coppa del Mondo per avere un posto e poi quando sarò là, giocarmi tutte le mie chance. Io non credo ci saranno problemi di sicurezza in Corea, però sarebbe strano se il pubblico non venisse a vederci per la paura di quello che potrebbe accadere."

E poi sull’esclusione della Russia, la 27enne nativa di Milano ha sottolineato: “Il doping è rubare, chi non è pulito dovrebbe stare a casa per sempre, mentre dal punto di vista dell’atleta penso a coloro che sono puliti e meritano sempre di andare alle Olimpiadi”.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Video - Brignone-Goggia-Bassino: l'abbraccio azzurro del trionfo di Aspen

00:33

0
0