Eurosport

Goggia: "Io portabandiera a Pyeongchang? Prima devo qualificarmi"

Goggia: "Io portabandiera a Pyeongchang? Prima devo qualificarmi"

Il 13/10/2017 alle 12:05

Dal nostro partner OAsport.it

La stagione degli sport invernali sta per prendere il via e tra le protagoniste della Coppa del Mondo di sci alpino ci sarà sicuramente Sofia Goggia. L’azzurra, dopo i 13 podi della scorsa stagione, partirà con tanti occhi puntati su di lei. Tutti si aspettano il grande risultato adesso, specie perché si tratta dell’anno olimpico. “Per me non è cambiato molto. Continuo a lavorare e migliorarmi per arrivare sempre più in alto“, ha dichiarato la bergamasca, raggiunta da Il Corriere dello Sport.

" Certo non è stato facile dover gestire la fine della stagione: tutti volevano una parte di me, ho avuto molte richieste e mi è dispiaciuto dover dire no a qualcuno. I Mondiali invece sono un evento ‘one-shot’ in cui tutto può succedere, come le Olimpiadi. L’Italia è immatura da questo punto di vista, in tutti gli sport, viene messa troppa pressione rispetto ad altre nazioni."

Video - Goggia: “Le Goggiate sono il mio stile, ma devo limitare questi errori”

00:01

Le Olimpiadi saranno ovviamente il tema centrale della stagione. Si è fatto anche il nome di Sofia come potenziale portabandiera italiana. Lei ha prontamente evitato la risposta.

" Prima devo qualificarmi! Ho fatto solo una stagione forte, è giusto che la bandiera vada a chi calca la neve da anni. Fill ha due Coppe in bacheca, la Fontana ha una valanga di medaglie. Io ho solo il mo bronzetto! mondiale. Come csaranno le Olimpiadi? Spero che si possa smorzare questo spirito belligerante. Non penso che ci andrò con la famiglia. È una gara importantissima e avrò bisogno di stare tranquilla. Contano solo le medaglie: se vinci sei nella storia, se arrivi quarto sei un fallito. Sentirò la loro vicinanza anche da lontano, ma senza legami morbosi."

Goggia ha poi scherzato su temi più “leggeri”. Come l’amore.

" Ho licenziato un fidanzato dopo uno stage di due mesi. Ora preferisco concentrarmi sullo sci ma se dovesse arrivare qualcuno di interessante non me lo lascerei scappare! Preferirei fosse un atleta, ma non sciatore: il nostro è un mondo piccolo. L'Atalanta? Sta andando fortissimo in Europa League. Simpatizzo anche per la Juve: a giugno, ahimè, sono stata a Cardiff per la finale di Champions. Mi piace andare allo stadio ma di inverno non ho mai tempo. Le piacerebbe gareggiare con gli uomini come la Vonn? Mi accontenterei di vincere tutto con le donne. Al solo pensiero di lanciarmi giù dalla Streif mi vengono i brividi."

Video - Sofia Goggia guida un'Italia da sogno e da record: stagione da urlo per lo sci Azzurro

02:30

0
0