Getty Images

Djokovic continua a soffrire, ma elimina anche Carreño Busta

Djokovic continua a soffrire, ma elimina anche Carreño Busta
Di Eurosport

Il 20/04/2017 alle 20:10

Il serbo si libera dello spagnolo in tre concitati set, col punteggio di 6-2 4-6 6-4: bravissimo Carreño Busta a giocare al meglio la sua gara, mentre sul serbo pendono molti interrogativi.

E’ un Novak Djokovic difficile da decifrare quello visto contro Carreño Busta: il serbo vince in tre set per 6-2 4-6 6-4 ma con molti punti di domanda sulla sua prestazione. Soffre meno rispetto al match con Simon, ma comunque appare nervoso, falloso e a tratti inconcludente con un avversario che, al contrario, è autore di un ottimo match e non ha nulla da rimproverarsi.

La partita

Nel primo set, Nole, concede subito tre palle break nel primo game, ma le salvae dal 3-2 in poi macina punti su punti: con quattro game consecutivi, porta a casa il parziale senza grande difficoltà.

La striscia si allunga di altri die game in apertura di secondo set, quando vola sul 2-0, ma da lì in poi cambia qualcosa: Djokovic comincia a sbagliare tanto, soprattutto di dritto, e dà evidenti segnali di nervosismo nei confronti delle condizioni ambientali: gli danno fastidio il sole negli occhi e la temperatura che si abbassa progressivamente e così lo spagnolo ne approfitta, infilando cinque giochi consecutivi e portandosi dunque sul 5-2. Quando va a servire per il set, però, cede la battuta, ma al turno successivo riesce a concretizzare il terzo set point e a riportare i parziali in parità.

Nel terzo set, calato il sole e accese le luci, Nole si riprende e aumenta il ritmo. Trovca anche il modo per sorridere in più di un’occasione e sul 3-2 strappa il servizio a Carreño Busta, che poco prima aveva chiesto l’intervento del fisioterapista per medicare la mano destra. Vola quindi sul 4-2 e ha due palle per confermare il break nel game successivo, ma con un doppio fallo e una serie di errori tra cui uno smash in rete concede il controbreak all’iberico. La fatica si fa sentire per entrambi, ma Djokovic ha il vantaggio di portarsi sul 5-4 e costringere lo spagnolo ad andare a servire per il match. Il serbo si rifà aggressivo e alla fine l’incontro è suo, ma con grande fatica.

Le statistiche

Per la seconda volta Nole vince la sfida con Carreño Busta, ma non può essere particolarmente contento. Gli errori commessi durante il match, infatti, sono decisamente troppi (compresi ben 5 doppi falli), ma quello che dà più da pensare sono lo sguardo e l'atteggiamento. Nole non ha più l'occhio della tigre che lo caratterizzava tempo fa, ma lo ritrova solo a tratti; contemporaneamente, quando si spegne, si attacca ad alibi che possono anche essere in parte reali (già sappiamo quanto lo disturbi il vento, per esempio), ma che per il numero 2 del mondo non possono essere una scusante. Ora affronterà David Goffin, per la prima volta ai quarti di questo torneo, ma contro il belga se vorrà vincere dovrà fare di più, altrimenti il tennis mostrato in questi primi due turni potrebbe non bastare.

Video - Djokovic e gli Australian Open: un'altalena di gioie e dolori

00:51
0
0