Getty Images

Un Nadal redento strapazza la controfigura di Zverev

Un Nadal redento strapazza la controfigura di Zverev
Di Eurosport

Il 20/04/2017 alle 18:04

Alexander Zverev non scende praticamente in campo e lascia a Nadal la possibilità di sfogarsi ed esprimere il suo tennis migliore. Brutto compleanno per il tedesco, che lascia il campo dopo poco più di un'ora col punteggio di 6-1 6-1 per lo spagnolo.

Rafael Nadal vince la sua 60esima partita a Montecarlo (con sole 4 sconfitte all'attivo), mettendo in campo un'autentica prova di forza contro Alexxander Zverev. Il tedesco, nel giorno del suo 20esimo compleanno, è talmente in soggezione che più che un giocatore sembra una sagoma di cartone, uno sparring-partner messo lì per far fare al maiorchino un minimo di riscaldamento. Il match finisce con un impietoso 6-1 6-1 per lo spagnolo in poco più di un'ora di gioco.

La partita

Il tedesco sembra non avere nessuna voglia di combattere nel primo set. In 29’ si definisce tutto, con Nadal che dall’1-1 infila 5 giochi consecutivi, con due break, e tiene il turno di battuta finale a zero. Zverev dal canto suo non gioca e sul set point stecca clamorosamente il dritto, facendo un regalo grandissimo a un avversario che di regali non ne ha affatto bisogno.

La striscia positiva di Nadal prosegue implacabile fino al quinto gioco del secondo set: Zverev, in blackout totale, va a servire sul 4-0 per l’avversario e con un moto d’orgoglio, salvandosi dallo 0-5, riesce a rimontare e a portare via un game in battuta per la seconda volta nel match. La gloria dura poco, perché il giovane è estremamente nervoso (spacca anche una racchetta con un lancio violento che gli vale un warning) e imballato; Nadal va a servire per portare a casa il 5-1 e nel game successivo il tedesco pensa bene di fare doppio fallo sul match point, chiudendo così una giornata che doveva essere di festa con un vero e proprio incubo.

Le statistiche

A Nadal fischiano un fallo di piede e chiamano anche un warning per la violazione temporale, ma il maiorchino non si scompone e resta estremamente presente alla partita e in grado di far perdere fiducia all'avversario con una bella serie di colpi variati. Sbaglia poco (14 non forzati), mentre il suo avversario gli fa dei regali clamorosi (34 unforced). Nadal mantiene dunque il suo 100% negli scontri diretti con Sasha e avanza ai quarti di finale, dove affronterà Schwartzman, che elimina Struff per 6-3 6-0.

0
0