Getty Images

Federer non si ferma più: battuto Haase in due set, sarà finale a Montreal

Federer non si ferma più: battuto Haase in due set, sarà finale a Montreal

Il 12/08/2017 alle 22:39Aggiornato Il 13/08/2017 alle 09:43

Quattro vittorie in quattro gare per lo svizzero che supera anche Haase in semifinale, in due set (6-5, 7-6). Federer affronterà ora il vincente della sfida Shapovalov-Zverev, in quella che sarà la sua 142esima finale in carriera. Arriverà il 94° titolo nella sua straordinaria carriera?

Federer è un rullo compressore e contro Haase ottiene la sua 16esima vittoria consecutiva, centrando la sua 142esima finale in carriera. Lo svizzero batte in due set l’olandese e si appresta ora ad affrontare uno tra Zverev e la sopresa Shapovalov, con la speranza di vincere per avvicinarsi ancor di più al numero 1 mondiale.

Federer aggressivo e vola subito sul 2-0 con break, con Haase che cerca comunque di mettere in difficoltà lo svizzero. Federer perde poi la battuta, ma nel quarto game strappa nuovamente il servizio all’olandese grazie ad un buon slice e un errore non forzato di Haase che scivola così sul 4-1. Sembra tutto semplice per l’elvetico che al nono game chiude il primo set sul 6-3, grazie al 4° ace della sua partita, in appena 31 minuti.

Anche questa sera, sembra tutto semplice per Federer, tra l’altro spinto interamente dal centrale di Montreal che continua a gridare “C’mon Roger”, tanto che Haase prova a scuotere se stesso con un “My Name is Robin!” visto l’incessante rumore del pubblico.

L’olandese non ha tutti i torti, visto che nella seconda frazione Haase riesce a rispondere colpo su colpo al suo avversario, aumentando le sue percentuali e soprattutto la sua precisione a battuta. Sul 5-5, Federer cerca la palla break ma non va oltre i vantaggi. Si va al tie-break per decidere il set, ma in palio c’è anche la vittoria e la qualificazione alla finale. Ecco che Federer vuole sbrigare subito la pratica andando sul 4-2, ma si fa rimontare da Haase che vuole costringere l’avversario ad un terzo set, che sarebbe comunque una piccola vittoria per il classe ’87. Federer è però troppo motivato, c’è in gioco anche il numero 1, e sale a match point sul 6-5, chiudendo poi su un errore non forzato di Haase.

Video - Djokovic come Federer: un po' di riposo per tornare più forte di prima

01:15
0
0