Getty Images

Scappa, sparisce, poi rimonta: fa tutto Zverev, Cilic si arrende in 3 set

Scappa, sparisce, poi rimonta: fa tutto Zverev, Cilic si arrende in 3 set

Il 12/11/2017 alle 23:28Aggiornato Il 12/11/2017 alle 23:56

Il tedesco, all'esordio alle ATP Finals, si impone su Cilic col punteggio di 6-4, 3-6, 6-4. Si completa così la prima giornata del Gruppo Becker: Federer in testa, Zverev alle sue spalle, poi Cilic e Sock.

La gioventù. Con tutti i pregi e i difetti del caso. In una sola notte Alexander Zverev fa sfoggio di tutto il suo repertorio tennistico, mostrando i due volti della medaglia di un giocatore già eccellente, ma che inevitabilmente – nonostante i risultati e considerata l’età – ha ancora tanti, tantissimi margini di miglioramento.

Basti guardare questa sua prima di sempre alle ATP Finals, contro un avversario decisamente più esperto come Marin Cilic. Prima Zverev scappa e porta via da vera lepre il primo set; poi si perde in un nulla, cercando soluzioni frettolose di fronte a un avversario più incisivo con dritto e rovescio. Una trama di partita che fa scappare al tedesco il secondo set e soprattutto che lo mette con la spalle al muro nel terzo, quando già sotto di un break – 1-3 e servizio – si trova sullo 0-30. Insomma, a un passo dalla stretta di mano.

Ma lì, invece che crollare, riecco la luce. Fine dei gratuiti, rapidissimo movimento con i piedi lungo la linea di fondo, aggressività ritrovata – dentro le linee del campo – per mettere Cilic su quella ‘difensiva’ da cui non può avere scampo. L’aiutino – puntuale – del croato, sempre tremolante quando più conta, fa il resto: e Zverev rimonta così da quello 0-30 infilando un parziale di 5 giochi a 1. E buon lavoro ai colleghi che già avevano preparato l'attacco per ben altro pezzo.

Un risultato che pone dunque, così, le gerarchie di questo gruppo: Federer è in vetta a “punteggio pieno” (ovvero vittoria in 2 set) e alle sue spalle c’è il talento esuberante di Zverev. Dietro, appunto, Cilic; poi Jack Sock.

Attenzione alla prossima giornata, dove i due vincenti – Federer e Zverev – si scontreranno tra loro, lasciando il match ‘senza ritorno’ a Cilic e Sock. Le vittorie in 3 set – così come di riflesso dunque anche le sconfitte – ci hanno insegnato nel corso di questi anni che tutto può succedere; anche se le indicazioni, dopo solo la prima giornata, qui dentro, paiono già piuttosto chiare...

Video - ATP Finals: sarà il 7° titolo di Federer, il primo di Nadal o una sorpresa?

01:25
0
0