AFP

Le 5 verità e tutto il meglio del Day 1 degli Australian Open 2017

Le 5 verità e tutto il meglio del Day 1: non soltanto Roger Federer...

Il 16/01/2017 alle 17:40Aggiornato Il 16/01/2017 alle 17:50

Dal ritorno di Roger Federer all'allarme caldo lanciato da Murray passando per le fatiche dei big sopravvissuti, la mancanza di padrone nel circuito femminile e l'eliminazione precoce della Vinci: riviviamo le emozioni della giornata inaugurale del torneo.

Roger Federer è tornato

È inutile nasconderlo. C’era molta curiosità in merito al ritorno di Roger Federer perché la Hopman Cup non poteva essere considerato un test probante. Il primo turno degli Australian Open aveva un altro peso e l’esame è stato superato. Melzer, classe 1981 come lo svizzero, ha vinto un set per un calo psicologico del vincitore di 17 Slam che, invece, fisicamente ha fornito delle buone risposte.

Video - Federer: "L'anno scorso era stato più faticoso, per ora mi sento bene"

03:22

È solo un piccolo passo, ma ora possiamo dire che Federer è tornato competitivo sul serio, senza fare inutili voli pindarici. L’ultimo incontro in uno Slam risaliva, infatti, a Wimbledon (semifinale persa da Raonic). Per quanto riguarda la classe, quella non se ne va nemmeno dopo un lungo periodo d’inattività: è innata, vedere per credere…

Video - Welcome Back! Il primo grande colpo di Roger Federer agli Australian Open 2017

00:35

I sopravvissuti: Nishikori, Muruguza, Cilic e Wawrinka

Il primo turno nasconde sempre delle insidie, ma molti big hanno rischiato di lasciarci le penne. Nishikori, Cilic e Wawrinka hanno dovuto sudare per cinque set. In particolare, lo svizzero ha sfiorato lo psicodramma sul 4-3 e servizio Klizan nel parziale decisivo. Anche nel femminile, dove non sono mancate le sorprese, la Muguruza è rimasta in campo più del previsto contro la Erakovic. Pericoli scampati.

Video - "Pallonata all'inguine!": Stan Wawrinka stende Martin Klizan

01:08

Roberta Vinci, c’erano troppe aspettative?

CoCo Vandeweghe elimina Roberta Vinci bissando il successo ottenuto nel terzo turno della scorsa edizione di Wimbledon. Avevamo parlato di un sorteggio sfortunato per la tarantina che soffre la potenza e il servizio dell’americana. La partita è stata strana con un colpo di caldo accusato dalla Vandeweghe che, però, ha piegato con merito l’azzurra. Sul cemento ci si attende sempre molto dalla Vinci, dopo l’exploit della finale conquistata a New York nel 2015. Tornare a casa così presto indubbiamente fa male.

Video - Australian Open: CoCo Vandeweghe batte Roberta Vinci e crolla in lacrime

01:56

Murray lancia l’allarme caldo, ma il peggio deve ancora venire…

"Col caldo il campo diventa più rapido e da fondocampo facevo fatica": l’allarme viene lanciato da Andy Murray che passa il turno lamentandosi delle condizioni meteorologiche. Il numero 1 del mondo non è il solo ad aver avuto un impatto non facile con la calura australiana, ma l’avviso ai naviganti è che la situazione peggiorerà: il Day 2 dovrebbe essere il più caldo, previsti 37 gradi. Good luck!

Video - Murray: "Col caldo il campo diventa più rapido da fondo campo facevo fatica"

00:31

La Kerber trema, cade la Halep: non ci sono padrone, ma occhio alle vecchie volpi…

Molte teste di serie sono cadute nel tabellone femminile facendo aumentare il rammarico di Roberta Vinci. La Halep si è arresa alla Rogers e ai problemi al ginocchio sinistro mentre Kasatkina, Bertens e Siegemund sono già fuori. La campionessa uscente e primatista del ranking Wta Kerber ha impiegato tre set per liquidare la Tsurenko pagando l’eccessiva pressione e una mancanza di tranquillità che la porta ad alzare i gratuiti quando non è libera di testa.

Questa volta è andata bene, ma attenzione ai prossimi ostacoli e a una vecchia volpe: Venus Williams, a cui viene fatto notare che l’avversaria odierna, la Kozlova, è nata nell’anno in cui l’americana ha esordito da professionista. Era il 1994. La Venere nera del tennis, alla 17esima apparizione a Melbourne e finalista nel 2003, la prende con filosofia…

Video - Australian Open Top 5: i colpi più belli del Day 1

01:43

Video - "Pallonata all'inguine!": Stan Wawrinka stende Martin Klizan

01:08
0
0