Getty Images

Australia e Francia più vicine alla finale dopo i doppi. Belgio e Serbia con le spalle al muro

Australia e Francia più vicine alla finale dopo i doppi. Belgio e Serbia con le spalle al muro

Il 16/09/2017 alle 19:08Aggiornato Il 16/09/2017 alle 20:54

Dal nostro partner OAsport.it

Poche sorprese in questo sabato dedicato ai doppi nelle semifinali della Coppa Davis 2017. Nella sfida di Lille tra Francia e Serbia i più quotati Pierre-Hugues Herbert e Nicolas Mahut si sono imposti con il punteggio di 6-1 6-2 7-6 contro Filip Krajinovic/Nenad Zimonjic consentendo alla squadra francese di portarsi avanti 2-1 nel computo totale. Stesso risultato nell’altro confronto tra l’Australia e Belgio a Bruxelles. I due aussie Jordan Thompson/John Peers (n.2 del ranking mondiale) hanno superato la coppa dei padroni di casa Rubens Bemelmans/Arthur De Greef con lo score di 6-3 6-3 6-0 in 1 ora e 38 minuti di gioco.

FRANCIA-SERBIA 2-1

Venendo alla cronaca la coppia transalpina, tra le più forti nel circuito e vincitrice in carriera degli Us Open e Wimbledon, ha letteralmente dominato contro i serbi partendo subito forte nel primo set e prendendo un break di vantaggio nel quarto gioco, bissando nel sesto. Solo le briciole concesse agli avversari ed il 6-1 della prima frazione parla chiaro. Nel secondo set il canovaccio dell’incontro è il medesimo: i Galletti sono più forti, facendo terra di conquista dei turni al servizio dei serbi nel terzo e settimo game e chiudendo il parziale 6-2. Nel terzo set Mahut/Herbert continuano a martellare al servizio e da fondo acquisendo anche in questo caso un vantaggio di due break. Tuttavia, anche per merito di Krajinovic/Zimonjic, arriva l’incredibile doppio controbreak che protrae l’incontro al tie-break. Aiutata anche dal pubblico la Francia riprende il filo del discorso interrotto facendo suo il match.

BELGIO – AUSTRALIA 1-2

Sulla terra belga, l’egemonia australiana non è mai in discussione. Fin dal primo quindici si intuisce che la squadra guidata da Lleyton Hewitt abbia qualcosa in più. Thompson/Peers partono subito forte andando avanti 3-0 sfruttando un turno in battuta di Bemelmans poco brillante. Un vantaggio gestito sapientemente al servizio dai due giocatori oceanici e soprattutto le traiettorie di Peers sono un enigma insoluto per il Belgio. Solo nel settimo gioco, l’Australia è costretta a rimontare 15-40 ma si tratta di una goccia in un oceano. In 34 minuti il set si conclude sul 6-3. Nella seconda frazione il duo di Johan Van Herck cerca una timida reazione ma la scarsa incisività nel gioco a rete facilita il compito degli australiani sempre nel pieno controllo della partita. Nel quinto game matura il break che di fatto vale il parziale a Peers/Thompson. Il terzo set è un soliloquio tutto “aussie” suggellato dal 6-0 finale.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Video - Pubblico in visibilio per Nadal: follie per avere la pallina lanciata dal maiorchino

01:12
0
0