Getty Images

La Francia vince la Coppa Davis dopo 16 anni: Pouille firma il 3-2 dell'apoteosi, Belgio ko

La Francia vince la Coppa Davis dopo 16 anni: Pouille firma il 3-2 dell'apoteosi, Belgio ko

Il 26/11/2017 alle 18:35Aggiornato Il 26/11/2017 alle 19:59

Dopo tante delusioni i transalpini tornano a vincere l'Insalatiera e lo fanno per la decima volta nella loro storia: niente da fare per Darcis nel match decisivo, spazzato via a Lille per 6-3, 6-1, 6-0. Il Belgio resta senza vittorie e non sfata il tabù Davis

Dopo 16 anni la Francia torna a conquistare la Coppa Davis, la decima della sua storia. E’ un autentico tripudio quello di Lille, dove i padroni di casa capitanati da Yannick Noah hanno superato 3-2 il Belgio nella finale dello Stade Pierre Mauroy. E‘ stato Lucas Pouille (n.18 ATP) l’eroe d’Oltralpe, piegando nel quinto e decisivo match il belga Steve Darcis (n.76 ATP) con il punteggio di 6-3 6-1 6-0 in 1 ora e 36 minuti. Una partita dominata dal francese che mai ha dato modo al suo avversario di rendersi pericoloso, imponendo il proprio tennis in ogni zona del campo e gestendo la pressione di un incontro tanto importante. L’Insalatiera d’argento dunque si tinge dei colori transalpini ed è festa grande.

Nel primo set la partenza di Pouille è devastante: 3-0 in un battibaleno, facendo valere le proprie accelerazioni da fondo e non consentendo al rivale di organizzare una valida difesa. L’incidenza infatti della risposta di Darcis è nulla e i turni al servizio del padrone di casa sono sempre brevi e "immacolati". Nessuna palla break concessa e un parziale dominato con irrisoria facilità in 35' minuti.

Nel secondo set la musica non cambia e il n.76 del ranking è irriconoscibile. L’esatto opposto del 23enne di Grande-Synthe, in controllo completo della partita, abbattendosi con violenza inaudita contro lo sterile tennis del belga. Arrivano tre break frutto anche di 16 vincenti e del 100% dei punti ottenuti con la prima di servizio! Il 6-1 in 37′ dice tutto.

Il terzo set è un autentico calvario per il povero Steve che subisce una lezione di gioco dal francese, galvanizzato come non mai e in piena estasi agonistica. Il 6-0 finale pone termine alle sofferenze del 33enne di Liegi, costretto ad arrendersi mentre Pouille può lasciarsi andare a tutta la sua gioia insieme ai compagni di squadra.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Video - Dimenticate i "Fab Four": ecco la nuova generazione del tennis

01:54
0
0