AFP

Garbin: "Contro la Slovacchia sarà il battesimo del fuoco"

Garbin: "Contro la Slovacchia sarà il battesimo del fuoco"

Il 12/12/2016 alle 19:12

La nuova capitana della squadra di FedCup è pronta per guidare le azzurre contro la Slovacchia

"Sarà un battesimo del fuoco per me". Così Tathiana Garbin, che a Forlì debutterà nel ruolo di capitana delle azzurre, commenta il sorteggio contro la Slovacchia. Una top 10 come Dominika Cibulkova che, grazie al trionfo al Masters di Singapore ha chiuso il 2016 sulla quinta poltrona mondiale (suo best ranking in carriera), ma anche altre due giocatrici tra le prime cento della classifica Wta, senza dimenticare alcune giovani emergenti. Insomma, è uno scoglio tutt?altro che agevole da superare la Slovacchia, avversaria dell?Italtennis in rosa fra due mesi esatti, nel primo turno del World Group II 2017, sabato 11 e domenica 12 febbraio al PalaGalassi di Forlì, su terra rossa indoor.

"La scuola tennistica slovacca vanta buone tradizioni" - continua l’ex giocatrice che ha raccolto il testimone da Corrado Barazzutti, che ha vinto quattro Fed Cup e raggiunto una finale tra il 2002 e il 2016 - "e gli ultimi risultati ottenuti dalla Cibulkova ne sono una conferma eloquente. Ma non è solo lei da temere e rispettare, nel giro della loro nazionale ci sono altre tenniste di valore e inoltre, per esperienza diretta, avendole viste in questi anni nel circuito junior possono contare anche su ragazze molto interessanti. Mi riferisco, ad esempio, a Teresa Mihalilova, classe 1998 che già nella passata stagione ha assaporato il clima di Fed Cup, o a Kristina Schiemdlova, nata nel 1997 e sorella minore di Anna Karolina. Insomma, sarà un confronto da preparare con molta attenzione e spirito di sacrificio: per me si tratta di una grande sfida sul piano personale, da vincere, lottando al massimo come ho sempre fatto nel corso della mia carriera, anche nei momenti più difficili. Mi auguro che il calore del pubblico di Forlì possa darci una mano perché, per rifarmi alle parole del mio predecessore in questo ruolo Corrado Barazzutti, so che con la Slovacchia sarà un incontro duro, ma che si può vincere”.

0
0