10/09/17
Risultato finale
A partire dalle
22:00
US Open Maschile • Finale
avant-match

LIVE
Rafael Nadal - Kevin Anderson
US Open Maschile - 10 settembre 2017

US Open – Segui LIVE su Eurosport l'incontro di Tennis tra Rafael Nadal e Kevin Anderson. La partita è in programma il 10 settembre 2017 alle 22:00. La nostra diretta ti offre aggiornamenti minuto per minuto e dettagli sui momenti più importanti.
Visita i profili dettagliati di Rafael Nadal e Kevin Anderson. Leggi gli ultimi aggiornamenti di Tennis: calendari, risultati, classifiche.

    
30
Alessandro Dinoia
Highlights 
 
 Rimuovi
6-4

GAME SET AND MATCH! RAFA NADAL VINCE IL 16° SLAM IN CARRIERA! Il maiorchino vince una finale a senso unico e batte Kevin Anderson con il punteggio di 6-3 6-3 6-4. Lo spagnolo con 1960 punti di vantaggio blinda il primo posto nel ranking ATP e avvicina Roger Federer per numero di titoli nei major: 16 a 19, 2 a testa in questo incredibile 2017! Per questa edizione degli US Open è tutto, non perdetevi video e approfondimenti. Una buona notte da Alessandro DINOIA (Twitter @AlDinoDinoia)

5-4 

Gli ultimi "Come on!" della partita di Kevin Anderson: 5-4 e serve Nadal per il titolo...

5-3 

Nadal arriva dappertutto e a zero sale 5-3: è a un solo game dal trionfo, un titolo che a New York gli manca dal 2013

Video - Rafa Nadal è magico e vola dappertutto: il punto più bello del 2° set della finale

00:42
4-2 

Da 0-15 e seconda di servizio, Rafa rimedia senza problemi: 4-2

3-2 

Game vinto a zero, che combattente! Questo bisogna dirlo: se è arrivato fin qui Anderson è per questa dote oltre ovviamente a un lato di tabellone favorevole

3-1

3-1 Nadal, implacabile: non concede nemmeno uno straccio di possibilità ad Anderson, la guardia è alta e il predatore sente l'odore del sangue

Video - Nadal, risposta prodigiosa e gancio vincente: il punto più bello del 1° set

00:32
2-0 

Aveva perso il servizio 5 volte in tutto il torneo, oggi è già successo 4 volte. Ormai nemmeno Anderson ci crede più

1-0

BREAK NADAL! 1-0 in avvio di terzo set con un errore di dritto di Anderson, copione già visto in precedenza. Siamo ai titoli di coda

-

Il 54% di prime palle in campo (il 36% nel secondo set) è troppo poco per Anderson. Nel torneo la media era il 66%. Sulla seconda ha vinto il 38% dei punti. Questi dati sono molto indicativi. Il sudafricano chiede molto alla battuta perché Nadal lo mette sotto pressione ed evidentemente questo rendimento non basta

6-3

SECONDO SET! 6-3 NADAL! Un'ora e 37 minuti e lo spagnolo vede il traguardo. Anderson non ha le armi per poterlo impensierire e Rafa è una macchina da tennis

5-3 

Anderson si carica dopo ogni punto come se fosse il primo e questo è ammirevole: però Nadal ora serve per salire 2 set a 0

4-2

BREAK NADAL! 4-2! A rete viene a prendersi l'altro allungo, quello che mette in ghiaccio il secondo set: appena è mancata un po' di spinta ad Anderson, ecco la punizione di chi non perdona

Rafael Nadal im US-Open-Finale gegen KEvin Anderson
2-2 

Nadal risponde sempre a metri di distanza dalla linea di fondo, quasi in braccio ai giudici di linea: si sente più sicuro così. Intanto 2-2, ma ricordiamo che nelle finali Slam in cui ha vinto il primo set il mancino di Manacor vanta un discreto 12 su 13 come trofei alzati. Non male...

2-1 

Con la risposta cerca di prendere in mano lo scambio Anderson, ma Nadal chiude il terzo gioco a 30 e non ha ancora concesso una palla-break

1-1 

Eccolo qui un game veloce per Anderson al servizio: è una notizia, 1-1

Video - US Open 2017: Lorenzi fuori agli ottavi contro Anderson, gli highlights

03:40
1-0 

I game di Nadal durano un lampo, quelli di Anderson un'eternità. Alla fine sembra che sia sempre il sudafricano al servizio: questo ovviamente non può che indicare la supremazia di Rafa

6-3

SET NADAL! 58 MINUTI E 6-3! Chiude con la volée di rovescio e mette la finale in discesa. Anderson ha fatto il massimo per sopravvivere nei turni di servizio, ma alla fine ha subito due break

5-3 

Break confermato e 5-3 Nadal...

4-3

BREAK NADAL! Quarto doppio fallo e altra palla-break, il dritto in attacco finisce in corridoio per Anderson. Sesto turno di servizio perso nel torneo, prima svolta del match: 4-3 Rafa. Dunque il problema delle palle-break è superato per il numero 1 del mondo al contrario di quanto era successo contro Mayer

Video - US Open 2017: Nadal-Mayer, gli highlights

02:39
3-3 

Schiaffo al volo di Anderson che poi spreca in avanzamento con il rovescio: Nadal vince il game a 30, 3-3 e qui la testa di serie numero 28 ha qualche rimpianto

2-3 

Cosa deve fare Anderson per salvare i turni di battuta? Salva altre due palle-break (in tutto 4) e mette in cascina un altro game durissimo, ma tra un po' gli servirà un'altra spalla. Il sudafricano è avanti 3-2

1-2

2-1 ANDERSON! Una palla mal lasciata da Anderson dà a Nadal la prima palla-break, ma il sudafricano la annulla dopo uno scambio lunghissimo e si carica: cancella anche la seconda e il game diventa lungo. Gran rovescio incrociato di Anderson e alla fine si porta sul 2-1

Video - Il portafortuna di Kevin Anderson: l'anello di matrimonio tra i lacci delle scarpe

00:46
1-1 

Anderson: 7 prime su 8, game vinto ai vantaggi. Nadal non l'ha messa mai: 0 su 5 e ha vinto il game a 15. Poco da aggiungere

0-1 

Subito il servizio di Anderson, game vinto ai vantaggi grazie al fondamentale che per lui è la vita in questa partita!

0-0

COMINCIA LA FINALE!

- 

Si gioca all'aperto, non piove: un altro piccolo vantaggio per Nadal che ha tutto dalla sua sull'Arthur Ashe

- 

Solo Federer, Djokovic e Wawrinka hanno battuto Rafa in una finale Slam. Come potrà affrontarlo Kevin Anderson? Con il servizio dall'alto dei suoi 203 centimetri e accorciando sempre gli scambi con grande aggressività. Se si dovessero allungare per Nadal sarebbe tutto semplice. Altra chiave per avere una partita sarà il primo set. Fondamentale per il sudafricano iniziare bene

-

Per Anderson è dunque una prima assoluta. Nessuno era mai arrivato a giocarsi il titolo a New York, da quando esiste il ranking ATP, da numero 32 del mondo. Correva l’anno 1973. Nadal non vince un torneo sul cemento dal gennaio del 2014, quando si impose a Doha. In generale, giocherà la 109esima finale e andrà a caccia del 74esimo titolo della carriera. Non aveva mai raggiunto, però, la finale agli Australian Open e agli US Open nello stesso anno. In palio per lui c'è il 16esimo Slam

Video - Nadal-Federer: la rivalità più accesa nella storia del tennis

01:26
-

Precedenti: 4-0 Nadal. Un 2017 stratosferico, dopo la vittoria del decimo Roland Garros, pone il mancino di Manacor dinnanzi al quarto atto conclusivo in carriera a Flushing Meadows, il numero 23 a livello Slam e senza timore di smentita il più facile possibile per intascare il terzo trofeo nella Grande Mela. Nel 2010 e nel 2013 l’avversario era Novak Djokovic, per il tris si palesa un giocatore capace di sottrargli appena un set in quattro sfide, sul cemento indoor di Parigi-Bercy

Video - La Top 5 dei colpi del Day 12: Nadal ingiocabile, Carreño duro a morire

02:21
- 

Il tennis non è una scienza esatta, ma una finale più sbilanciata agli US Open non poteva esserci. Entrambi classe 1986, 16 giorni di differenza e le similitudini finiscono qui. Da una parte il numero 1 del mondo, un giocatore in grado di raggiungere tre finali negli Slam nel 2017, cosa che non gli riusciva dal 2011 quando vinse nel feudo parigino prima di fermarsi a Londra e New York contro un Djokovic poco umano. Dall’altro lato del campo il numero 32 del ranking ATP, il finalista con la più bassa classifica in un major dai tempi di Tsonga a Melbourne nel 2008, alla prima finale di sempre, lui che di appuntamenti del genere non ne ha mai vissuti, non solo negli Slam ma nemmeno nei Masters 1000. Nadal-Anderson sembra già scritta.

- 

Rivediamo il percorso dei due finalisti. Aragone, Gulbis, Coric, Lorenzi, Querrey e Carreno Busta gli ostacoli superati dal sudafricano. Lajovic, Daniel, Mayer, Dolgopolov, Rublev e Del Potro quelli battuti dal maiorchino

- 

Amici di Eurosport buonasera e benvenuti a Nadal-Anderson, la finale maschile degli US Open 2017. Un saluto da Alessandro DINOIA

Video - Nadal vs Anderson: il veterano contro il debuttante

02:28