AFP

Vesnina vince la maratona contro Kuznetsova e trionfa a Indian Wells

Vesnina vince la maratona contro Kuznetsova e trionfa a Indian Wells

Il 19/03/2017 alle 22:25Aggiornato Il 19/03/2017 alle 22:55

Dal nostro partner OAsport.it

La russa Elena Vesnina conquista la vittoria nel torneo WTA di Indian Wells, battendo in finale per 6-7, 7-5, 6-4 la connazionale Svetlana Kuznetsova, al termine di un match infinito, risolto solamente dopo poco più di tre ore.

Primo set: avvio di gara in favore della Vesnina, che riesce a fare la partita e conquistare due volte il doppio vantaggio sul 2-0 e sul 4-2, venendo però prontamente raggiunta dalla rivale in entrambe le occasioni. Il match torna in equilibrio, e nonostante tre break-point falliti dalla Kuznetsova nel nono game e una palla set nel decimo arriva fino al tie-break, dove a prevalere risulta proprio la numero 8 del seeding, col punteggio di 8-6.

Secondo set: nella ripresa, la 31enne di San Pietroburgo comincia subito forte, strappando a 0 il servizio 2-0, per poi allungare fino al 4-1. Qui inizia però la rimonta della campionessa olimpica di doppio, che si concretizza già nel corso dell’ottavo game, quando il tabellone si ritrova a segnare il 4-4, per poi proseguire fino al 5-4. La Kuznetsova recupera immediatamente il break di distacco, ma non può nulla sulla nuova accelerazione della Vesnina, che si porta a casa la frazione sul 7-5.

Terzo set: dopo una prima fase sul filo dell’equilibrio, la Kuznetsova si prende a 15 il turno in battuta del 4-2, ma anche questa volta la vincitrice del Roland Garros 2009 non riesce a tenere il vantaggio, con la 30enne di Leopoli che alla quarta occasione utile si porta sul 5-4, chiudendo poi il match con il definitivo 6-4.

Dalle statistiche emerge una maggior efficacia della specialista di doppio nei punti messi a segno dalla prima di servizio, ben il 64%, mentre nella gara della Kuznetsova pesano come macigni gli 8 doppi falli totalizzati. Per la Vesnina si tratta del terzo titolo in carriera, a distanza di quasi tre anni da quello di Eastbourne 2013.

gianni.lombardi@oasport.it

0
0