Getty Images

Debutto vincente per Sara Errani nel tabellone principale, battuta la Kozlova

Debutto vincente per Sara Errani nel tabellone principale, battuta la Kozlova

Il 11/10/2017 alle 13:22Aggiornato Il 11/10/2017 alle 14:22

Dopo aver superato le qualificazioni Sara Errani ha sconfitto per 6-2 6-1 l'ucraina Kateryna Kozlova staccando il pass per il secondo turno

Un’ottima Sara Errani ottiene una vittoria significativa nel WTA International di Tianjin, in Cina. Dopo due giorni di pioggia, finalmente si gioca e l’azzurra supera nettamente l’ucraina Kateryna Kozlova, numero 81 del mondo, con il punteggio di 6-2 6-1 in 1 ora e 9 minuti di gioco. Successo importante, come detto, per la romagnola squalificata due mesi per assunzione (accidentale) di letrozolo dall’ITF, attualmente n.280 della classifica mondiale e ripartita dalle qualificazioni di questo WTA conquistandosi il diritto di giocare nel main draw. Ebbene, è arrivata una prestazione convincente dell’azzurra, mai in sofferenza al cospetto di un’avversaria non in grado di impensierire la regolarità del tennis di Sara. L’italiana accede agli ottavi di finale, dunque, dove affronterà la vincente della partita tra la croata Donna Vekic, testa di serie n.4 del torneo, e la brasiliana Beatriz Haddad Maia (n.58 WTA).

Il primo set è subito all’insegna della Errani: game d’apertura in battuta per la Kozlova, lottatissimo e lunghissimo, favorevole alla nostro portacolori che, al terzo tentativo, fa suo il break. Un vantaggio non gestito però nel migliore dei modi da Sara, non convincente in battuta, dando modo all’ucraina di recuperare immediatamente. Ma è solo un momento. La n.280 WTA infatti reagisce, tornando a macinare il suo gioco, breakando la rivale nel quinto e settimo game e chiudendo di fatto la frazione in proprio favore sul 6-2. Impressionante l’80% dei punti conquistati dall’italiana con la seconda di servizio contro il 50% dell’avversaria ed una netta superiorità, come prevedibile, della romagnola nella percentuale di efficacia con la risposta: 60% contro il 39% della Kozlova.

Il secondo parziale è un vero e proprio soliloquio. La 30enne del Bel Paese impone un ritmo nello scambio poco gestibile per la 23enne di Mykolaiv, in difficoltà fin da subito e sotto 5-0 in un battibaleno. Azzurra che, avanti di tre break, ha un piccolo momento di pausa nel sesto game, concedendo il parziale controbreak, ma resettando immediatamente strappa nuovamente il servizio all’avversaria nel gioco successivo, chiudendo sul 6-1.

Video - Roland Garros 2017: Errani-Mladenovic, gli highlights

02:49
0
0