LaPresse

Sara Errani non si ferma più; l'azzurra batte Haddad Maia e vola ai quarti

Sara Errani non si ferma più; l'azzurra batte Haddad Maia e vola ai quarti

Il 12/10/2017 alle 11:16Aggiornato Il 12/10/2017 alle 11:50

Dal nostro partner OAsport.it

Sara Errani non si ferma più nel WTA International di Tianjin, in Cina. L’azzurra conquista il successo contro la brasiliana (n.58 del ranking) Beatriz Haddad Maia con il punteggio di 6-4 4-6 6-3 ottenendo l’accesso ai quarti di finale dove l’attende la non semplice sfida con la statunitense Christina McHale (n.65 WTA). Un match ben giocato dall’azzurra che, nonostante i classici passaggi a vuoto sul suo servizio, è riuscita a prevalere grazie ad un tennis convincente da fondo al cospetto di una sudamericana non così decisa nei punti più importanti del confronto. Un risultato significativo quello della romagnola squalificata due mesi per assunzione (accidentale) di letrozolo dall’ITF, attualmente n.280 della classifica mondiale e ripartita dalle qualificazioni di questo WTA.

Nel primo set l’italiana parte subito forte mettendo sotto pressione la brasiliana: 3 palle break costruite nel game d’apertura ed una nel terzo (valsa il break) descrivono il buon approccio di Sara alla partita. Purtroppo per lei, la resa del servizio è balbettante e pur riuscendo ad essere continua con la prima, la velocità del suo fondamentale non crea grande imbarazzo alla Haddad Maia che recupera immediatamente il break di ritardo. Lo scambio di favori, però, prosegue ed è nuovamente la Errani a mettere la testa avanti avendo la meglio in un gioco finito ai vantaggi. La nostra portacolori è abile poi a costruirsi altre due chance per bissare il break nel sesto game, vanificate però dal servizio della rivale. Per fortuna della 30enne tricolore il rendimento in battuta cresce dandole maggior sicurezza nel gestire il vantaggio: annullando una sola palla break nel settimo gioco, l’azzurra conquista la frazione sul 6-4.

Nel secondo set l’inizio sembra essere promettente: break nel 1° game e avanti 2-0, annullando due chance di recupero all’avversaria. Sfortunatamente il servizio, a volte, tradisce Sarita ed il quarto gioco è letale in questo senso: battuta ceduta a zero e 2-2. Entrambe le contendenti, in una condizione di parità, alzano il livello del proprio tennis concedendo molto meno nei propri turni al servizio fino al 10° game quando è la brasiliana, al quarto tentativo, a far suo il break ed il set sullo score di 6-4.

Si arriva alla terza e decisiva frazione e la giocatrice del Bel Paese fa subito capire le proprie intenzioni: battuta della rivale conquistata in apertura e subito avanti 2-0. E’ determinata Sara, come ai vecchi tempi, aggrappata alla racchetta e sempre in spinta. E’ con questo atteggiamento che l’azzurra, dopo aver mancato il 2° break (3° game) e salvato due chance sul proprio servizio (4° game), aumenta il vantaggio strappando il servizio alla rivale portandosi sul 4-1. Errani che può chiudere sul 5-2 ma, sprecando un match point, consente alla Haddad Maia di accorciare le distanze. Un piccolo incidente di percorso che non cambia l’esito già scritto e sul 6-3 Sarita può festeggiare.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Video - Roland Garros: Errani-Doi, gli highlights

02:38
0
0