Getty Images

Assoluti 2019: Jacobs corre in 10.10, Bogliolo sfiora il record italiano, Trost a 1.86

Assoluti 2019: Jacobs corre in 10.10, Bogliolo sfiora il record italiano, Trost a 1.86

Il 27/07/2019 alle 21:47Aggiornato Il 27/07/2019 alle 23:32

Dal nostro partner OAsport.it

A Bressanone (in provincia di Bolzano) è andata in scena la seconda giornata dei Campionati Italiani 2019 di atletica leggera, il sabato è stato purtroppo parzialmente rovinato dalla pioggia che si è a tratti abbattuta sulla pista. Marcel Jacobs era l’uomo più atteso di giornata, il velocista ha vinto i 100 metri con un interessante 10.10 (+1.7 m/s di vento) dopo il 10.15 in batteria, l’italo-americano ha confermato il tricolore nonostante una partenza non perfetta che gli ha impedito di avvicinarsi alla barriera dei 10 secondi dopo il 10.03 di pochi giorni fa, alle sue spalle Luca Cassano (10.42) e Luca Lai (10.44) vista l’assenza per infortunio di Filippo Tortu.

Luminosa Bogliolo corre i 100 ostacoli ancora una volta sotto i 13”, la ligure si impone in 12.85 arrivando a 9 centesimi dal record italiano di Veronica Borsi e battendo agevolmente Giulia Pennella (13.26) e Angelika Wegierska (13.47). Matteo Galvan ha primeggiato sui 400 metri (45.59 sotto una pioggia battente) approfittando dell’assenza del primatista nazionale Davide Re e battendo Edoardo Scotti (46.40) e Bryan Lopez (46.64). Sorpresa invece sul giro di pista femminile dove Giancarla Trevisan ha avuto la meglio nei confronti di Maria Benedicta Chigbolu (52.61 contro 53.44) mentre Hassane Fofana si è imposto sui 110 ostacoli in 13.71 nonostante un proibitivo vento contrario (-2.4 m/s).

Basta un modesto 1.86 ad Alessia Trost per trionfare nel salto in alto (assente Elena Vallortigara), Filippo Randazzo si avvicina agli otto metri nel salto in lungo (7.94), Tania Vicenzino beffa Laura Strati per appena quattro centimetri (6.46 a 6.42). Da segnalare il personale di Marta Zenoni sui 5000 metri (15:52.89) e il buon 20.31 di Leonardo Fabbri nel peso, il martello di Sara Fantini sfiora i settanta metri (69.75) mentre l’asta maschile è stata sospesa per pioggia e si recupererà domani mattina. Applausi per Sveva Gerevini nell’eptathlon che firma cinque primati personali e vince con 5907 punti (ottava italiana di sempre), nel decathlon festeggia Matteo Taviani (7357 punti), i 5000 metri maschili sono terreno di Marouan Razine (14:05.09). Sugli 800 metri: Eloisa Coiro sorprende tutte (2:05.83 per la classe 2000 che batte Eleonora Vandi) e Simone Barontini si impone in 1:47.89.

Video - Luminosa Bogliolo domina la finale dei 100 ostacoli! Oro e tempone per l'azzurra

00:51
0
0